Il Casalvecchio raggiunto al 90′ (2-2) sul campo del Villaggio S.Agata

Peccato davvero, il Casalvecchio sfiora il successo sul campo “Salvatore Seminara”, in vantaggio per 2-1 (grazie alle reti in rimonta di Antonino Spadaro e del nuovo acquisto Simone De Clò) i casalvetini si fanno raggiunger allo scadere dal Villaggio S. Agata che riacciuffa il pareggio con una splendida punizione di Rosignoli. Alla fine un emozionante 2-2 con la divisione della posta, dopo il pareggio (1-1) all’esordio, arriva un altro pari, questa volta in trasferta per i ragazzi di mister Alessandro Moschella che hanno disputato un’ottima gara contro un buon Villaggio S. Agata che ha sfruttato due prodezze su calcio piazzato, per gli uomini di mister Antonio Costa primo punto stagionale.

Alessandro Moschella (mister Casalvecchio Siculo) “Stiamo crescendo come squadra serve un pochino di tempo, per cercare di inserire i nuovi e soprattutto ancora non siamo riusciti a schierare la formazione tipo

Salvo Rapisarda (Presidente Villaggio S. Agata) “Sono soddisfatto della prestazione fatta dei miei ragazzi abbiamo lottato con le unghie e con i denti pur di ottenere il risultato. Un Villaggio molto giovane un mix tra i veterani di sempre con qualche giovane con la nostra mentalità”.

                      Antonio Spadaro

Villaggio S. Agata 2     Casalvecchio Siculo 2

Marcatori: 15’ Belgiorno, 35’ A. Spadaro, 60’ De Clò, 89’ Rosignoli.

Villaggio S. Agata: Marletta, Conte (1’ st Rosignoli) , Colaianni (35’ Di Mauro), Belgiorno, Aloiso, Di Benedetto, Solferino (21’ st La Porta) , Imbrogiano, Lombardo (13’ st Trovato) , Rapisarda (40’ Caniglia), Pulvirenti. All: A. Costa.

Casalvecchio Siculo: Miceli, Di Bartolo, Ferraro (21’ st C. Miano), Bondì, Rovito, Curcuruto, Smiroldo (25’ st Chillemi), Leo (35’ De Clò), A. Spadaro (21’ st Mento), Lama (33’ st Garufi). All: Alessandro Moschella.

Arbitro: Martin Fortuna di Siracusa.

Ammoniti: Di Benedetto, Imbrogiano, Colaianni e Caniglia (Villaggio S. Agata), Nipo (Casalvecchio).

La gara: Dopo una fase di gioco sono i padroni di casa che prendono le redini del gioco in mano, più incisivi e cattivi nel primo quarto d’ora di gara che li ha portati a sbloccare il risultato al 15’su calcio di punizione da 30 metri calciata bene da Belgiorno con la complicità del portiere Miceli.

La rete subita sveglia il Casalvecchio (ndr sempre sostenuto dal tifo dei Warriors), inizia a creare molte occasioni per ben due volte da fuori ci prova Antonio Spadaro, l’attaccante giallorosso al terzo tentativo va in rete al 35’ su una magistrale punizione dal limite.

                                                           la punizione vincente di Antonio Spadaro

Riacciuffato il pareggio, sulle ali dell’entusiasmo, il Casalvecchio ha due opportunità per fare male ai padroni di casa con Rovito e Lama ma non sono perfetti nella fase di finalizzazione.

Al rientro in campo, il Casalvecchio parte forte, prende in mano il pallino del gioco è crea subito la prima occasione per il vantaggio con Antonio Spadaro il cui tiro sfiora il palo della porta difesa da Marletta.

Simone De Clò

Casalvecchio in vantaggio: Al 60’ arriva il sorpasso casalvetino, azione che vede protagonista Spadaro (oggi in giornata di grazia), supera due avversari all’ interno dell’area con passaggio finale per De Clò che mette alle spalle di Marletta. 

I locali reagiscono, ma sono i ragazzi di Moschella a sfiorare il 3-1 con un tiro di Rovito ribattuto da un difensore dentro l’area, con Simone De Clò’ su una magistrale punizione con la sfera che sfiora l’incrocio e con il neoentrato Giovanni Mento che calcio fuori. 

Siamo alle battute finali, il direttore di gara decreta un calcio di punizione dal vertice destro dell’area in favore dei padroni di casa, alla battuta Giuseppe Rosignoli, entrato in campo ad inizio ripresa, che fa partire una splendida traiettoria con la sfera che s’infila all’angolino alla destra di Miceli. 

Esultano i ragazzi di Antonio Costa, amarezza per gli ospiti che si vedono raggiunti poco prima del triplice fischi finale che arriva subito dopo.

di “M. Muscolino”

 Foto di ” Michele De Benedetto”