Pallavolo Roomy: “Il cuore di Raffaele“ lezione di rianimazione cardiopolmonare

Promuovere l’attività sportiva. Tutelare la salute dei giovani, ponendo l’attenzione sulla prevenzione dei rischi. Domani mattina, alle 11, alla Dante Alighieri di Catania, s’inaugura ufficialmente con il primo appuntamento il percorso intrapreso dalla Scuola di Pallavolo Roomy e “Il Cuore di Raffaele”, grazie al protocollo d’intesa triennale siglato nei mesi scorsi.

I formatori dell’associazione, voluta da Antonio Barresi, incontreranno lo staff, i ragazzi e le famiglie per insegnare le manovre salva vita da utilizzare in caso di emergenza con una lezione gratuita di abilitazione all’utilizzo del defibrillatore semi-automatico e la contestuale chiamata al 112.

“L’obiettivo – spiega Massimo Majorana, direttore generale della Pallavolo Roomy. – è porre la massima attenzione sul cuore, occupandosi di educare e formare ragazzi e adulti in modo che sappiano come intervenire in caso di arresto cardiaco. Questo perché, da sempre siamo sensibili alle istanze di carattere sociale e alla tutela della salute dei propri tesserati. In questo 2021, ricco di soddisfazioni sul campo, ci sentiamo felici per le vittorie ottenute fuori per i risultati ottenuti dai progetti sull’alimentazione e il bullismo che hanno coinvolto i nostri giovani”

“Il cuore di Raffaele” è ormai un progetto concreto, sociale ed efficace perché mira ad educare, a far crescere la sensibilità sulla prevenzione e sulla necessità di avere una comunità scolastica “cardioprotetta” e di rendere più sicuri i luoghi pubblici con l’istallazione dei defibrillatori semi-automatici.

L’obiettivo di Antonio Barresi, padre di Raffaele stroncato per un arresto cardiaco sui banchi di scuola del Principe Umberto, è creare proprio una rete di formazione sul primo soccorso con l’uso dei dispositivi di sicurezza in tutti gli istituti scolastici così da favorire l’intervento immediato nei casi di emergenza.

di “Nunzio Currenti”