Serie C – Sconfitta al tie-break del Messina Volley in casa dell’Accademia Volley Sicilia

Il Messina Volley torna con un punto dalla trasferta etnea contro l’Accademia Volley Sicilia nella 6ª giornata del Campionato di Serie C femminile FIPAV. Le due squadre si alternano nella conquista dei set (25-23; 17-25; 25-18; 14-25) con le ragazze di mister Malizia ad aggiudicarsi il quinto parziale decisivo per 15-11.

Parte bene il Messina Volley che timbra il doppio vantaggio (0-2) con Sara Arena e Stefania Criscuolo. La reazione delle padrone di casa non tarda e trovano il pari ed il successivo sorpasso (5-4) con due ace di Carnevale. Si viaggia punto a punto fino a quanto le ospiti ribaltano la situazione e si portano due punti avanti (9-11) grazie a due acuti di Giulia Mondello (ace e muro) e il successivo muro di Criscuolo. Le locali si ricompattano e, dopo un batti e ribatti, trovano il pari (14-14). Altri due ace di Carnevale danno il +3 alle etnee (17-14) con Cacopardo a chiamare il time-out.

Giulia Mondello

Al rientro un muro di Giambanco fissa il 18-14, mentre capitan Francesca Cannizzaro e l’ace di Giulia Spadaro accorciano a -1 (19-18). Due volte Cangialosi e Carnevale concretizzano il +5 (24-19), con i successivi due punti di Mondello ad annullare i set point e accorciare a -3 (24-21). E’ Malizia adesso a chiamare la pausa, ma al rientro due volte Criscuolo annulla altri due set point per le locali (-1; 24-23). Altro time-out locale che, al rientro, porta il risultato a favore dell’Accademia Volley Sicilia (25-23).

Il secondo si apre con le locali avanti di tre lunghezze (5-2) con il muro di Giambanco e due punti di Moltisanti. Cannizzaro e Mondello pareggiano (6-6) e lo stesso capitano giallo-blu, insieme all’ace di Criscuolo e la palla a terra di Spadaro, consegnano il +3 (6-9) al Messina Volley. Malizia chiama la pausa, ma al rientro ancora Cannizzaro e l’ace di Criscuolo materializzano il +5 (6-11). Il muro di Cannizzaro e l’ace di Spadaro allungano ulteriormente (+7; 7-14), con il tecnico etneo a chiedere nuovamente la pausa. Si viaggia più o meno con questo elastico con il Messina Volley a pareggiare il computo dei set (17-25).

Francesca Cannizzaro

Il terzo comincia con i due punti di Moltisanti a realizzare il +3 (3-0) locale. Il Messina Volley pareggia e con Cannizzaro trova il vantaggio (4-5). Tutto si ribalta con l’ace di Carnevale a dettare il +3 (8-5) locale. Cangialosi sigla il 13-7 per le etnee con mister Cacopardo a chiamare time-out. La pausa sembra sorridere alle ospiti con Arena (-5; 13-8), ma due volte Cangialosi, Munzone e Moltisanti tracciano il +9 (19-10). Tre volte Criscuolo e l’ace di Laganà accorciano per le ospiti (-5; 20-15), mentre Giambanco, l’ace di Moltisanti e Cangialosi ridanno il +8 (23-15) alle padrone di casa. Cacopardo chiama time-out e Giambanco porta l’Accademia Volley Sicilia al set point (24-16). Cannizzaro lo annulla, ma le locali chiudono a proprio favore il parziale (25-18).

Il set successivo parte con le ospiti a testa bassa (+4; 2-6) con tre volte Cannizzaro e Laganà. Malizia chiama il time-out che però non sortisce i frutti sperati e Cannizzaro sigla il +5 (2-7). Il Messina Volley allunga ulteriormente e fissa il +8 (4-12) con protagoniste Mondello e due volte Criscuolo. Il tecnico etneo chiama la sua seconda pausa, ma al rientro Criscuolo centra il +11 (4-15). Due ace di Mondello materializzano il +13 (4-17) e Criscuolo il +14 (6-20). Capitan Moltisanti, Giambanco e Giuliano (subentrata a Cangialosi per infortunio) accorciano a -10 (13-23), ma il Messina Volley trova il set-point (13-24). Giuliano lo annulla, ma le ospiti si aggiudicano il parziale (14-25).

Il tie-break vede subito Moltisanti protagonista di tre punti (4-1) con coach Cacopardo a chiamare subito la pausa. Ad altri due punti di Moltisanti rispondono i due di Cannizzaro, ma l’Accademia Volley Sicilia mantiene sempre 4 lunghezze (8-4) di vantaggio sulle ospiti. Sempre Cannizzaro accorcia (-2; 8-6), ma Moltisanti realizza il 14-10 per le locali. Mondello annulla il match point con Moltisanti a chiudere per 15-11.

“La partita è stata abbastanza stranacommenta coach Cacopardo a fine gara – con set decisamente a vantaggio di una o dell’altra squadra, mentre il primo set è stato abbastanza combattuto. Nel terzo non siamo stati all’altezza in quanto dovevano fare una prestazione molto regolare con una squadra che ha dei grandi picchi, in quanto composta da un paio di individualità molto importanti, soprattutto dal punto di vista fisico. Purtroppo non siamo stati sempre regolari e non lo siamo stati soprattutto nel terzo set, parziale che forse è risultato determinante nel risultato finale. Comunque la partita è stata molto difficile da interpretare in quanto le situazioni cambiavano da rotazione a rotazione. Inoltre il fatto che la squadra avversaria cambiasse costantemente le rotazioni in ricezione ci ha fatto perdere un punto di riferimento che di solito siamo molto bravi a sfruttare”.        

Accademia Volley Sicilia – Messina Volley 3-2 (25-23; 17-25; 25-18; 14-25; 15-11)

Accademia Volley Sicilia: Moltisanti (Cap.) 21, Privitera, Carnevale 7, Cangialosi 12, Munzone 7, Giambanco 8, Giuliano 4, Bonaccorso (Lib.). All. Malizia.

Messina Volley: Criscuolo 21, Panarello, Mondello 11, Laganà 4, Sorbara, Cannizzaro (Cap.) 19, Raineri, Spadaro 5, Arena 5, Biancuzzo (Lib. 1) 1, Scarfì (Lib. 2). All. Cacopardo.

Arbitri: Pennisi di Acireale (CT) e Iudica di Catania

di “Pietro Fazio”