L’Acr Messina esulta al 93′ con Di Stefano: 2-1 alla Paganese

Il Messina fa suo lo scontro salvezza battendo a domicilio in pieno recupero la Paganese, lasciandosi alle spalle l’ultima posizione e rilanciandosi in classifica alle spalle proprio degli azzurrostellati, impelagati allo stesso modo in zona play-out.

Acr   Messina   2     Paganese  1
Marcatori: 38′ Marginean, 87′ Cretella, 93′ Distefano
MESSINA (3-5-2): Fusco; Fantoni, Carillo, Celic; Rondinella, Marginean, Damian (57′ Konate), Fofana, Simonetti (57′ Goncalves); Balde (70′ Distefano), Adorante (86′ Busatto). A disp.: Lewandowski, Mikulic, Nicosia, Giuffrida, D’Amore, Russo, Catania, Spaticchia. All. Raciti.
PAGANESE (3-5-2): Baiocco; Sbampato, Bianchi (65′ Murolo), Schiavino; Viti (60′ Iannone), Cretella, Tissone (60′ Vitiello), Firenze, Scanagatta (46′ Zito); Piovaccari, Guadagni (65′ Castaldo). A disp.: Pellecchia, Caruso, Perlingieri, Konatè, Schiavi, Zanini, Del Regno. All. Grassadonia.
ARBITRO: Carella di Bari (Massimino-Bahri).

Gara non particolarmente vivace, le due compagini sentono decisamente la posta in palio. La prima occasione degna di nota arriva al 21′ con Marginean, la sua sassata dalla distanza finisce in curva. Alla mezz’ora ci prova Balde sugli sviluppi di una rimessa laterale, l’incursione in area e la conseguente conclusione sul primo palo viene murata da Baiocco. Al 38′ arriva la rete dei peloritani: azione che parte dai piedi di Celic per Rondinella, appoggio per Adorante che serve a rimorchio Fofana, sventagliata a scavalcare la difesa per Marginean che controlla e con il destro batte l’estremo difensore azzurrostellato. In chiusura Fantoni al volo con il destro sugli sviluppi di un corner spara alto.

Nella ripresa Grassadonia si gioca la carta Zito per Scanagatta, trasferendo Firenze a mezzala destra. Al 47′ doppia chance per il Messina: prima Marginean conclude sull’esterno della rete, complice la deviazione di Schiavino; poi Adorante, sugli sviluppi di un corner, di testa manda a lato. Al 50′ arriva il primo squillo del match di marca azzurrostellata con l’ex di turno Cretella che carica il destro a giro dal limite, ma conclude troppo centralmente. Al 56′ Sbampato sugli sviluppi di un calcio d’angolo di testa manda alto. Due minuti dopo Raciti manda in campo Gonçalves e Konate per Simonetti e Damian. Risponde ancora Grassadonia inserendo Vitiello e Iannone per Tissone e Viti; e ancora, Murolo e Castaldo, al rientro dopo il lungo infortunio, per Bianchi e Guadagni. Al 72′ Iannone sfiora la rete, servito da Schiavino con una sventagliata dalla destra, la sua zampata però viene respinta in tuffo da Fusco. Cinque minuti dopo girata di Piovaccari in area, servito da Firenze: neutralizza Fusco. Raciti prova ad addormentare il match giocandosi la quarta sostituzione: dentro Busatto per Adorante.

Ma quasi allo scadere l’ex di turno Cretella ristabilisce l’equilibrio in campo: ennesimo traversone dalla destra di Schiavino, Celic di testa allontana corto però sui piedi del giovane centrocampista che carica il destro al volo sul quale Fusco può solo sfiorare.

Chiude in attacco il Messina: al 90′ botta dalla distanza di Marginean sugli sviluppi di un corner, smanaccia Baiocco. Proprio quando il match si avvia verso la conclusione, al 93′ arriva la beffa per i campani: sventagliata di Konate sul secondo palo per Distefano, Baiocco incerto sull’uscita spiana la strada per il numero 15 giallorosso che di testa deposita in rete.

Esplode il Franco Scoglio: il Messina centra la terza vittoria in casa lasciando l’ultimo posto in classifica e balzando al diciassettesimo posto con 17 punti in 20 gare, portandosi a -4 dalla Paganese che ora è risucchiata nella zona play-out. Nona sconfitta in dieci trasferte, al Franco Scoglio arriva la 23esima rete incassata: nessuna squadra, al di fuori degli azzurrostellati, presenta una difesa così perforata in esterna. Cinque le reti realizzate lontano dal Torre, una in più della Vibonese ultima che è la squadra con meno realizzazioni in trasferta.

Si torna in campo domenica 9 gennaio prossimo: il Messina fa visita al Palermo alle ore 17.30 nel derby siciliano della ventunesima giornata, mentre la Paganese ospita il Latina al Torre in contemporanea.

Fonte: “TuttoMercatoWeb” di Emmanuele Sorrentino