La capolista Kaggi travolge (6-0) un modesto Atletico Pagliara

Al Valentino Mazzola di Gaggi sagra di gol, un punteggio tennistico per i padroni di casa del Kaggi (6-0) all’Atletico Pagliara che si è sciolto come il burro dopo poco meno di quattro minuti di gioco. Una gara senza storia messa in gergo “in ghiaccio” nella prima mezz’ora dalla squadra allenata da mister Alessio Camarda che consolida il primato in classifica (31 punti) un rullo compressore (23 gol fatti e solo 5 reti subite). I pagliarini aprono il girone di ritorno con una cocente sconfitta, nessun passo in avanti, anche se l’impresa era più che impossibile sul campo della corazzata Kaggi che continua la sua marcia vincente nel campionato di Seconda Categoria.

Asd Kaggi    6           Atletico Pagliara

Marcatori: 4’ G. Pafumi, 20’ Cantarella su rig. , 28’ Lo Iacono, 68’ Barbera, 81’ Bucalo, 83’ Currò

Asd Kaggi: Rando, Bucalo, Mazza, Corica, Pafumi, Cipolla (38’ D’Allura), Donato, Cantarella (65’ Calì), Lo Iacono (63’ Barbera), Franco (79’Currò), Pagano (71’ Filippelli). All: Alessio Camarda.

Atletico Pagliara: Interdonato, Tella, Abate, Alibrandi, Tappa, Ingalis, Micali, Pitasi, Raneri, Leotta, Bongiorno.

Arbitro: Gianmarco Barrile di Messina

La gara: Subito in vantaggio i padroni di casa un traversone dalla destra che taglia l’intera area giallorossa con il pallone che arriva a Pafumi ben appostato sul vertice destro dell’area piccola perfetto piattone di sinistro con Interdonato battuto.

 Il raddoppio arriva su calcio di rigore trasformato da Cantarella al 20’, massima trasformazione concessa per fallo di Alibrandi sullo stesso numero 10 di casa. Il tris porta la firma di Lo Iacono abile a raccogliere la respinta della difesa, un perfetto assist per una perfetta esecuzione di destro. Nemmeno mezz’ora di gioca il Kaggi conduce 3-0 una gara che ha evidenziato la netta differenza in campo.

Le altre marcature nella ripresa al 68’ tocca a Barbera siglare il poker, il neoentrato finalizza in rete un perfetto passaggio filtrante di Franco, supera di destro in uscita il portiere ospite.  Il quinto gol porta la firma di Daniele Bucalo lanciato lungo la corsia destra pur contrastato da un avversario appena in area non lascia scappo a Interdonato.  A chiudere la sagra dei gol, Roberto Currò entrato in campo al posto di Franco servito sottoporta da un traversone dalla destra di Marco Calì.