In zona Cesarini il Città di Taormina con Strano espugna Carlentini (1-0)

Il Città di Taormina vince 1-0 a Carlentini e ritrova la vittoria dopo due sconfitte di fila. Successo meritato per i biancazzurri che creano tantissimo, ma sbloccano la gara solo all’85’ con il colpo di testa di Strano su assist di Famà. Una vittoria che fa morale per il Città di Taormina che sale al sesto posto con 32 punti.

Prepartita: Furnari ritrova Cirnigliaro tra i pali e propone la difesa a quattro con Urso, Trovato, Tonzuso e Pantano. In mezzo al campo c’è il debutto dal primo minuto del 2004 Leonardo Viscuso, con lui gli esperti di Ancione ed Emanuele e il 2002 Strano. Davanti, con Abate indisponibile, c’è il duo Famà-Biondo.

Primo tempo: Prima occasione della gara al 3’, con il sinistro a giro di Carbonaro che sfiora il palo. Nei primi minuti anche un colpo di testa alto di D’Arrigo e una girata a centro area di Viscuso, dopo la torre di Emanuele, parata da Sanfilippo. Al 16′ Biondo pressa il portiere di casa, la palla schizza dalle parti di Famà, il cui pallonetto si perde alto. Quattro minuti dopo Biondo protesta dopo un contatto in area con Spampinato, l’arbitro lascia giocare.

Clamorosa poi l’occasione di Carbonaro che, dopo una serie di rimpalli, si ritrova a un passo dalla linea con la porta vuota, ma spedisce sull’esterno della rete. Palla-gol dalla dinamica simile al 35’: traversone di Viscuso, Emanuele vince un rimpallo e calcia a botta sicura, ma Tornatore fa un miracolo e alza in corner. Al 38′ ci prova Urso al volo, Sanfilippo respinge in corner.

Secondo tempo: Subito una chance per il Città di Taormina: tacco di Viscuso per Urso, palla radente verso Biondo che non trova la deviazione vincente. Preme il Città di Taormina: Sanfilippo al 56’ alza in corner il destro morbido di Famà, mentre la botta di Pantano è deviata da D’Arrigo col corpo. Dopo un gol annullato per fuorigioco molto dubbio a Biondo, Cirnigliaro respinge lateralmente il tiro di Daniele Scapellato e poi si supera sul tap-in di Carbonaro.

Sul fronte opposto la ripartenza di Ginagò è chiusa da un tiro di Famà respinto da Sanfilippo, e all’85’ arriva il meritato vantaggio: Ancione lancia Famà in campo aperto, l’attaccante sfonda a sinistra, mette dentro per Strano che si inserisce coi tempi giusti e di testa batte Sanfilippo. In pieno recupero, poi, Emanuele manca il raddoppio su assist di Biondo.

Carlentini-Città di Taormina 0-1
Marcatori
: 40′ st Strano

Carlentini: Sanfilippo, Spampinato, Intravaia (47′ st Nicotra), A. Caruso, Tornatore, D’Arrigo, Carbonaro, Lanza (32′ st Frixa), Melluzzo (32′ st Cerra), D. Scapellato, F. Scapellato (43′ st S. Caruso). Allenatore: Natale Serafino. A disposizione: Serafino, Accardi, Nicotra, Menta.

Città di Taormina: Cirnigliaro, Pantano (24′ st Ginagò), Urso, Viscuso, Trovato, Tonzuso, Emanuele, Strano (44′ st Nicolosi), Famà, Ancione, Biondo. Allenatore: Giuseppe Furnari. A disposizione: Giuffrida, Caltabiano, Augliera, Petrullo, Quintoni, Bonasera, De Marco.

Arbitro: Rosario Zangara di Palermo. Assistenti: Gaetano Florio di Agrigento e Angelo Smiraglia di Palermo

Ammoniti: Tonzuso (CdT), Famà (CdT)

Corner: 1-8 – Recupero: 0′ e 5′

 di “Antonio Billè”