Ottime prestazioni per la SSD UniMe ai Campionati Regionali. Iaria strapa il pass per i Nazionali

Prestazioni superlative e diverse medaglie per la SSD UniMe ai Campionati Regionali Invernali di Categoria che si sono svolti 11, 12 e 13 marzo in quel di Paternò. Un vero e proprio carico di soddisfazioni per la truppa universitaria allenata dai Tecnici Diego Santoro e Mattia Faliero, in vasca a Paternò con 20 atleti, tutti protagonisti di sensibili miglioramenti personali tra gare individuali e staffette.

Su tutti spicca il nome di Giorgia Iaria, protagonista di splendide gare nella Categoria Juniores che le sono valse altrettante medaglie d’oro nei 50 (29”00), 100 (1’03”85) e 200 farfalla (2’23”77), e due medaglie d’argento nei 50 (27”91) e 100 stile (59”52). Soddisfazione doppia per Giorgia e per i suoi tecnici che, oltre alle medaglie conquistate, nelle gare a delfino ha siglato dei crono che le sono valsi l’ambitissimo Pass per i Criteria Nazionali di Riccione. 

Bellissime prestazioni anche da parte di Antonio Bavastrelli (categoria Juniores), capace di conquistare un secondo posto nei 200 Farfalla (2’07”18) ed una medaglia di bronzo nei 400 misti (4’38”96), due risultati che, probabilmente, permetteranno anche a lui di accedere ai prossimi Campionati Nazionali.

L’ultima medaglia per il team universitaria porta la firma di Aurora Giaconia, bronzo nella Categoria Cadetti sulla distanza degli 800 stile (9’33”20).

Più in generale, comunque, i ragazzi della SSD UniMe sono riusciti a raggiungere i propri personal best, scalando le classifiche con prestazioni di assoluto livello e sfiorando il podio in diverse occasioni.

Questi i 20 nuotatori della SSD UniMe in gara a Paternò: Fabiana Donato, Angela Irrera, Daniela Pandolfino, Carlotta Pizzi, Silvia Mangano, Sonia Cucinotta, Chiara Bonina e le già citate Giorgia Iaria e Aurora Giaconia. Tra i ragazzi hanno gareggiato, oltre al già citato Antonio Bavastrelli, Graziano Aliano, Alessandro Barbaro, Alessio Cucinotta, Giacomo Giaconia, Davide Granata, Alessandro Irrera, Gabriele Ragazzo, Antonio Trimarchi, Fabrizio e Giulio Vinci.