ll sogno continua, la favola “Jonica Fc” va avanti (2-2) con l’Igea Virtus nella finale play-off

Adesso il Martina Franca per i “leoni giallorossi” della Jonica nel penultimo atto di un percorso che già sa di storia, un sogno quello della serie “D” che un gruppo di ragazzi sotto la regia di uno stratega, Michele Campo, in un Comunale stracolmo con bandiere, striscioni, palloncini, ma soprattutto un’intera riviera jonica hanno sostenuto nella difficile impresa di domare la corazzata Igea Virtus che si è dovuta arrendere alla fine (2-2 al 90’), poi i tempi supplementari con il fischio finale arriva l’urlo liberatorio che ha mandato in estasi il pubblico giallorosso.

Il sogno continua, la favola “Jonica Fc” va avanti, la maturità della squadra si è avuta dopo aver subito il gol (ndr la Jonica con il secondo posto al termine della regular season, aveva a disposizione due risultati in proprio favore (vittoria e pareggio), per gli ospiti solo un successo per poter proseguire il cammino), ecco che al 9’ i giallorossi barcellonesi si trovano in vantaggio, errato disimpegno a centrocampo dei padroni di casa, né approffitta Isgrò la sua  un’incursione è vincente, il suo sinistro dal limite s’insacca nell’angolino alla sinistra di Romano.

La tifoseria giallorossa della Jonica – F.to di G.ppe Zanghì

La gioia dura solamente l’arco di due giri dell’orologio: Giorgetti s’invola lungo la corsia laterale sinistra con traversone finale dove trova lo zampino vincente di Micoli che anticipa gli avversari è mette alle spalle di Paterniti.  Tutto in due minuti, protagonisti i due numeri 10, adesso la gara è bloccata a centrocampo, solo nel finale della prima frazione l’Igea si rende pericolosa: al 36’ il duo Isgrò-Stassi da posizione defilata conclude sull’esterno della rete, al 45’ su una ripartenza Assenzio-Gnicewiz la Jonica esce indenne. Si va all’intervallo, al rientro un po’ di nervosismo alla fine il direttore di gara ammonisce Giorgetti e mister Ferrara.

La ripresa regna l’equilibrio, arriva la mossa di mister Ferrara, fuori Doda dentro La Spada per aumentare il peso offensivo. E’ la Jonica ad avere l’opportunità di portarsi in vantaggio (52’) ispirazione di Cragnolini che serve Micoli, l’Igea si salva per l’intervento miracoloso di Dall’Oglio. Tutto rinviato di qualche minuto (55’), da una lunga rimessa laterale il pallone arriva in area dove il rapace ed lesto Cragnolini sottoporta fa gonfiare la rete e far esplodere il Comunale.  

Vantaggio Jonica esultanza Cragnolini – F.to Ramondetta

Sotto di un gol, la Jonica è riuscita a rimontare il risultato mettendo sui binari giusti il risultato, agli ospiti serve la vittoria, ecco che mister Ferrara cerca di riacciuffare il pareggio per sperare nei tempi supplementari, manda in campo Lucarelli, la gara diventa vibrante, gli ospiti spingono ci provano con Sowe, Stassi e Isgrò. La Jonica soffre, al 75’ crea un serio pericolo sugli sviluppi di una rimessa laterale con Ortiz, provvidenziale l’intervento di Trimboli.

Il pressing ospite porta a due minuti dalla fine ad un calcio di punizione dal limite per fallo su Lucarelli, prontamente battuta che sorprende il reparto difensivo santateresino con Isgrò fermato fallosamente dall’uscita di Romano, con il direttore di gara indica il dischetto di rigore, lo specialista Assenzio non sbaglia per il 2-2 a un minuto dal triplice fischio finale che apre le porte ai supplementari.  La Jonica si vede sfumare il vantaggio, anzi, in pieno recupero ha rischiato di essere punita: l’Igea al 94’ non sfrutta la ghiotta occasione per “vincere” Romano si oppone a Isgrò nella carambola il pallone arriva a Stassi con la porta sguarnita manda alto.

Tempi Supplementari: L’extra time non offre particolari emozione, nel primo tempo sugli sviluppi di un calcio di punizione Giorgetti conclude di poco fuori, poi l’ingenuità di mister Ferrara che blocca il pallone destinano in fallo laterale prima che varcasse la linea bianca, già ammonito scatta il rosso. Nel secondo tempo supplementare, spinge di più l’Igea ma mai pericolosa, un tiro di Sowe parato da Romano, ultima chance a tempo scaduto la punizione di Lucarelli sulla barriera spegne i sogni barcellonesi per l’esultanza dei giallorossi della Jonica che continua il proprio sogno.

Jonica Fc      2     Igea  Virtus  2

Marcatori: 10’ Isgrò, 12’ Micoli, 55’ Cragnolini, 88’ Assenzio su rig.

Jonica Fc: Romano, Martino (113′ De Clò), Lucero, Aquino, Giorgetti, Pappalardo, Tabares, Gallardo (109′ Franco), Cragnolini (81′ Savoca), Ortiz (97′ Laplace), Micoli. All: Michele Campo. A disp.: Bartolotta, Echevarria, Herasimenko, Franco, Lanza, Branca,

Igea Virtus 1946: Paterniti, Franchina, Trimboli, Dall’Oglio, Gnicewiz (109′ De Marco), Presti (62′ Lucarelli), Doda (46′ La Spada), Assenzio, Isgrò, Stassi (91′ Scolaro), Sowe. All: Pasquale Ferrara. A Disp.: Di Fina, Antonazzo, Brucolo, De Marco, Bucolo, De Zan.

Arbitro: Vazzano di Catania. Assistenti: Varisano di Agrigento e Canale di Palermo.

Ammoniti: 45’ Giorgetti, 64’ Cragnolini, 67’ Lucero, 88’ Romano, 102’ Aquino (Jonica Fc), 10’ Isgrò, 45’ mister Ferrara, 63’ Lucarelli, 67’ Stassi, 93’ Assenzio.

Espulso: 104’ Mister Ferrara (Igea Virtus) 104′ doppia ammonizione.