Juniores: Il Città di Taormina cala il poker (4-1) alla Jonica e approda ai quarti di finale

Il Città di Taormina supera la Jonica anche nella gara di ritorno degli ottavi e approda ai quarti di finale del campionato Juniores regionale. Un successo schiacciante quello ottenuto dai giovani biancazzurri di Mimmo Ardizzone, capaci di imporsi sui rivali della riviera ionica per 4-1 bissando il 4-3 maturato lunedì al Bucalo di Santa Teresa di Riva. Prova corale di alto livello quella fornita dal Città di Taormina che ha raddoppiato le forze contro una Jonica rinforzata dagli innesti di Pappalardo e, soprattutto, Cragnolini, argentino classe 2002 risultato tra i migliori under del campionato di Eccellenza.

È proprio l’esterno d’attacco albiceleste a pareggiare, allo scadere del primo tempo, il vantaggio siglato al 25’ da Briganti, ma nella ripresa il Città di Taormina si scatena, trova subito il 2-1 con il rigore di Strano e completa il poker nel finale con le reti di Vitale e Centorrino. I biancazzurri attendono adesso gli accoppiamenti dei quarti che si giocheranno in gara unica in campo neutro nel weekend del 21 e 22 maggio.

Città di Taormina 4Jonica Fc 1
25’ pt Briganti, 5’ st Strano (rig), 35’ st Vitale, 43’ st Centorrino45′ pt Cragnolini
Giuffrida, Caltabiano, Freni (30′ st Ciliberti), Lo Re (42′ st Caruso), Tonzuso, Vitale, Carta, Viscuso, Di Natale (37′ st Centorrino), Briganti (28′ st Peditto), Strano.
All: Domenico Ardizzone.
A disposizione: Russo, Abbate.
Bartolotta, Micalizzi (25′ st M. Triolo), M. Cicala, Serri, Goinden, Pappalardo, De Clò, Lanza (33′ st Maccarrone), G. Cicala (42′ st Catania), Branca (21′ st Coledi), Cragnolini.
All: Vincenzo Filoramo.
A disposizione: Bucalo, C. Triolo, Leotta, Pandolfino, Informante.
Salvatore Accetta di Barcellona Pozzo di Gotto

Tonzuso Goinden

Primo tempo: Il Città di Taormina gestisce la prima parte di gara, forte del vantaggio dell’andata e senza subire particolarmente le iniziative degli avversari, ben controllati dalla difesa. Le migliori occasioni capitano a Di Natale e Viscuso, fermati in entrambe le circostanze dalle parate di Bartolotta. Al 25’ arriva il vantaggio: lancio di Lo Re, spizzata di Simone Di Natale per Briganti che porta a spasso la difesa della Jonica e infila la palla sotto l’incrocio con uno splendido esterno sinistro. La squadra di casa si rilassa un po’, commette alcuni gravi errori in uscita e concede due palle gol a De Clò (botta da fuori smorzata) e Pappalardo, fermato dall’ottimo intervento di Giuffrida. Il portiere di casa, però, non può nulla sulla conclusione dal limite di Cragnolini che proprio al 45’ manda le due squadre al riposo sull’1-1.

Secondo tempo: Ci si aspetta una Jonica arrembante sin dalle prime battute della ripresa, ma il Città di Taormina approccia al secondo tempo con grande personalità e conquista subito il rigore del nuovo vantaggio. Al 50’ Di Natale supera Serri con un gran numero, tocca per Strano che in area è messo giù da Micalizzi: il signor Accetta assegna la massima punizione e lo stesso Strano trasforma con freddezza.

La Jonica avrebbe subito la palla del pari, ancora con Cragnolini, ma Giuffrida resta in piedi e blocca il pallonetto dell’argentino scappato via alla difesa di casa dopo la torre di Gioele Cicala. Il Città di Taormina sfiora il tris con Viscuso che però manda alto da dentro l’area piccola, ma rischia anche l’autogol quando Vitale svirgola contro il palo il corner calciato da Branca.

Sarà l’ultima vera occasione della gara per la Jonica: nell’ultimo quarto d’ora i padroni di casa prima vanno a un passo dal tris con Freni (salva sulla linea Matteo Triolo) e all’80’ chiudono il discorso qualificazione con il diagonale di Vitale su assist di Strano. Otto minuti dopo Centorrino completa il tabellino correggendo sottomisura l’assist di Peditto non trattenuto da Bartolotta.

 Di “Antonio Billè”