La SSD UniMe centra l’impresa. La bella vittoria all’ultimo turno vale la permanenza in Serie B

È stato un match sofferto, tirato e giocato con massimo agonismo sino all’ultima sirena quello andato in scena sabato alla Cittadella Sportiva Universitaria tra SSD UniMe ed Ortigia Academy, match valido come ultimo turno di regular season del campionato di Serie B maschile e che metteva in palio 3 punti decisi per la permanenza nella categoria cadetta senza passare dai playout.

Una sfida senza esclusione di colpi che Giacoppo e compagni hanno il merito di giocare con grande passione e decisione, portandosi avanti nel punteggio e chiudendo in vantaggio 8-7 alla sirena finale, regalandosi cosi una vittoria che vale molto di più dei semplici tre punti che metteva a disposizione. Con questo risultato, infatti, la truppa allenata da Mister Ciccio Misiti compie una vera e propria impresa, arrivando a totalizzare 20 punti finali in classifica che valgono la sesta piazza della graduatoria generale e, soprattutto, la salvezza nella categoria.

I pronostici della vigilia non davano certamente i messinesi come favoriti, sia rispetto alla diretta concorrente di sabato (all’andata i siracusani affossarono gli universitari con un pesante 16-0) ed anche rispetto alle altre due compagini impegnati nella lotta per evitare i playout: da un lato la Waterpolo Catania, a pari punti dei messinesi ed impegnata in casa contro la Waterpolo Palermo, dall’altro l’Etna Waterpolo, ferma a quota 16 punti e di scena a Napoli contro la Rari Nantes. Al di là dei numeri e dei pronostici, però, la SSD UniMe spazza via qualsiasi dubbio e si regala una vittoria che vale un’intera stagione, evitando cosi di dover fare i conti con le altre concorrenti.

Alla fine, quindi, alla Cittadella è festa grande per una salvezza tanto meritata quanto decisamente complicata da raggiungere. A chiudere in terzultima posizione sarà la Waterpolo Catania, superata 8-7 da Palermo, mentre l’Etna Waterpolo passa in casa della Rari Nantes Napoli.

“Siamo davvero felicissimi e devo rivolgere i miei migliori complimenti a Ciccio Misiti ed a tutto lo staff tecnico – questo il commento di Silvia Bosurgi, Presidente della SSD UniMe – Misiti ha realizzato un bellissimo lavoro con la squadra, creando un gruppo coeso e compatto, più forte anche delle tante avversità. Non è stata, infatti, una stagione semplice, sia per la problematica di aver iniziato in ritardo la preparazione sia per non aver avuto a disposizione con continuità per tutta la stagione alcuni giocatori. Ciononostante il Coach ed il suo staff hanno fatto un bellissimo lavoro, regalandoci un risultato inaspettato: già quota 17 punti per noi era un risultato importante, ma chiudere a 20 punti, in sesta posizione in classifica, ed ottenere la salvezza senza passare dai playout, significa che davvero i ragazzi si sono superati. A tutto il gruppo, tanto gli atleti quanto lo staff, i nostri complimenti”.

Posso dire che è stato veramente un risultato eccezionale – questo il commento di Mister Misiti – perchè avevamo iniziato la stagione in ritardo e non nel migliore dei modi. Anche durante tutto il campionato abbiamo dovuto fare i conti con alcuni giocatori che non sempre erano presenti, sia durante gli allenamenti che per le partite, e questo ha reso difficile anche allenarsi in maniera ottimale e programmare il lavoro al meglio. Grandissimo merito, quindi, va ai ragazzi: alla luce delle premesse hanno fatto una vera e propria impresa, compattandosi e giocando con grande grinta e determinazione. Non ci aspettavamo neanche noi di salvarci senza passare dalla roulette dei playout. Eppure, alla fine, abbiamo raggiunto un bellissimo traguardo”.