Vittoria esterna (4-3) per il Catania Beach Soccer (4-3) alla Farmaè Viarregio

La massima serie del Beach Soccer fa tappa a Cirò Marina. Catania Beach Soccer in cerca di riscatto e opposto al Farmaè Viareggio avanti di un punto in classifica al termine della prima tappa catanese.

Farmaè Viareggio: Carpita, Bertacca, Pugliese, Genovali, Marinai, Maciel, Ze Lucas, Remedi, Be Martins, Fazzini, Manfredi, Santini G. All: Santini
Catania: Battini, Paterniti, De Nisi, Gori, Zurlo, Sanfilippo, Orofino, Fred, Campagna, Be Martins, Antonio, Ozu Moreira. All: Mendes
Arbitri: Romani di Modena e Pavone di Forlì
Reti: 8’ pt Be Martins (C), 9’ pt Leo Martins (V), 10’ pt Sanfilippo (C); 7’ st Genovali (V), 11’ st aut. Ozu (V); 10’tt Ozu (C), 12’ tt Be Martins (C)

La partita entra subito nel vivo: 28” sul cronometro e Gori ha la prima palla per colpire a freddo la sua ex squadra ma la sua conclusione termina alla sinistra di Carpita. Viareggio minaccioso e vicino al gol al 1’, Carpita palleggia indisturbato e offre a Leo Martins una splendida palla che viene deviata sopra la traversa da Paterniti in angolo.

2’ 20” e, ancora, Gori ha l’opportunità per sbloccarsi in campionato. Calcio di punizione da posizione più che favorevole e palla che si stampa sfortunatamente sul palo alla sinistra del numero 1 viareggino.
Etnei vicini, nuovamente, al gol del vantaggio con Be Martins a suggello di un’azione personale sulla sinistra e con Zurlo che chiama Carpita ad una super risposta.

Al minuto 8 la semina fa spazio al raccolto e a portare avanti il Catania è Be Martins. Rilancio lungo e preciso di Paterniti, palla all’asso portoghese che si libera agevolmente in velocità della marcatura e fredda il portiere avversario con una conclusione di giustezza all’angolino. Vantaggio che dura appena qualche istantanea, a rimettere i conti apposto è Leo Martins autore di una giocata, sull’out di sinistra, che si completa in un pallone calciato deliziosamente all’incrocio dei pali.

Catania che non batte ciglio e opera il contro sorpasso. Rimessa dal fondo di Paterniti, palla a Sanfilippo che in acrobazia si coordina perfettamente battendo Carpita per il gol del 2-1 che riporta avanti il Catania. Gol da antologia per il numero 6, unico tra le file rossazzurre, ad avere timbrato il tabellino dei marcatori in tutti gli appuntamenti ufficiali.

Seconda frazione di gioco che ha inizio, sul parziale di 2-1 in favore del Catania, con una prima palla gol sui piedi di Zurlo abile a girarsi e a calciare all’angolino di un soffio a lato. Viareggio che cresce e colleziona palle gol. Al 3’ Battini è presente sulla rovesciata di Fazzini, sforzi che vengono premiati al 7’ dal pari sugli sviluppi di un angolo battuto da Ze Lucas che vede Genovali ben appostato in area e libero di punire Battini per il gol del 2-2. Certezze che si sciolgono come neve al sole al 10’ sull’ autorete di Ozu Moreira che pecca nel disimpegno beffando anche l’estremo difensore Battini.

Il Catania, punto nell’orgoglio, reagisce e sfiora l’immediato pari con la rovesciata di Ozu murata dal difensore, palla che carambola a Fred che impegna Manfredi attento col piede. Catania che prova a rimettere il match sui binari dell’equilibrio ma che sbatte a 21” dalla fine sul doppio palo, di Be Martins prima e di Gori poi.

La terza frazione di gioco ha inizio, quindi, sul parziale di 3-2 in favore del Viareggio. Nei 12’ finali emozioni al cardiopalma. Inizia bene il Catania che dopo 15” va vicino al gol del 3-3 con la rovesciata di Gori respinta da Carpita. Estremo difensore viareggino che abbassa la saracinesca tra il 5’ e il 6’, per ben due volte, a Be Martins. I minuti scorrono velocemente, il Catania fa fatica a trovare la via della rete, ma al 10’ irrompe Ozu Moreira, l’uomo in più che riceve da Battini e calibra con forza e precisione il destro che caccia indietro i fantasmi della sconfitta. E quando lo spettro dell’over time è più che concreto, l’ultima
parola spetta a Be Martins, che a 9” dalla fine guadagna il calcio di punizione che magistralmente
trasforma all’angolino, imprendibile anche per l’ottimo Carpita.

Vince il Catania per 4-3, una partita ricca di emozioni e palpitazioni che da pienamente idea di quanto sia equilibrato e tortuoso il cammino di una stagione giunta solamente alla quarta curva.

Sabato 9 rossazzurri, ancora alle 18:30, sfiderà l’ Happy Car Sambenedettese per una partita nuovamente d’alta classifica.

di “Lorenzo Francesco Casicci”