Serie D – 23 le squadre hanno chiesto il ripescaggio. C’è anche l’Akragas

Lo annuncia ufficialmente la LND. In particolare, sono 12 le formazioni provenienti dai campionati di Eccellenza regionale e 11 le retrocesse dalla Serie D 2021/22. Le richieste di ripescaggio saranno adesso esaminate dalla Covisod, che si esprimerà entro il 15 luglio, con possibilità di ricorso entro il 20 luglio per le società eventualmente bocciate.

Di seguito, nella nota della Lega Nazionale Dilettanti, tutti i dettagli e l’elenco delle squadre che hanno chiesto il ripescaggio in Serie D:

Alla scadenza dei termini per le domande di ripescaggio al campionato di Serie D 2022/2023, il Dipartimento Interregionale ha reso noto che sono state presentate richieste di ammissione da parte di 23 società non aventi diritto retrocesse dalla Serie D e provenienti dai Comitati Regionali.

Provenienti dai Comitati Regionali

  • Agropoli, Akragas, Borgaro Nobis, Atletico Ascoli, Città di Isernia S. Leucio, Cittadella Vis Modena, Colorno, Giorgione, Giugliano 1928 (Savoia de facto), L’Aquila,  Livorno e San Marzano.

Retrocesse dalla Serie D 2021/2022

  • Ambrosiana, Bisceglie, Caravaggio, Castelfidardo, Imperia, Insieme Formia, Lavagnese, Progresso, RG Ticino, Rende e Sassari Latte Dolce.

Le richieste saranno esaminate dalla Co.Vi.So.D, che ne comunicherà l’esito alle società entro il 15 luglio. I club che otterranno un parere positivo potranno essere inseriti nell’apposita graduatoria, stilata dal Dipartimento Interregionale, per l’eventuale completamento dell’organico del prossimo campionato. Le società che non risulteranno in possesso dei requisiti richiesti possono invece presentare ricorso entro le ore 14.00 del 20 luglio. La Co.Vi.So.D esprimerà parere motivato alla Lega Nazionale Dilettanti sui ricorsi entro il 26 luglio.