Colpo argentino per il Città di Taormina (Max Lucarelli) e il messinese Cristian Ferraù

Il Città di Taormina dopo aver aperto il calciomercato con l’arrivo del difensore Lorenzo Godino e del centrocampista Roberto Assenzio, nella giornata di ieri ha messo a segno un doppio colpo: l’ingaggio dell’attaccante Maximiliano Lucarelli, proveniente dall’Igea Virtus (Eccellenza Sicilia) e del centrocampista Cristian Ferraù dall’Atletico Piombino (Eccellenza Toscana)

Maximiliano Lucarelli, fantasista argentino classe 1994, è reduce da una stagione in Eccellenza con l’Igea 1946, chiusa con 6 reti. Barcellonese d’adozione, debutta nel massimo torneo dilettantistico regionale nel 2012 con il Mazzarrà e, dopo due stagioni, passa al Rocca di Caprileone, con cui vince il torneo di Promozione e realizzando complessivamente 16 gol. Veste successivamente la maglia del Milazzo e nel 2017/18 va a Biancavilla e vive la sua annata più prolifica con 18 gol in 25 presenze. Resta in gialloblù per quattro stagioni, conquistando anche la Serie D e con la breve esperienza, all’inizio dell’annata 20/21 con l’Afragolese.

Cristian Ferraù, centrocampista classe 1998, ha iniziato la scorsa stagione con il Mazara, prima di trasferirsi a novembre nell’Eccellenza toscana con l’Atletico Piombino. Cresciuto nel settore giovanile del Città di Messina, successivamente ha disputato i campionati nazionali Allievi, Primavera e Berretti e Catania e Torino. Nel 17/18 le esperienze in D con Paceco e Palazzolo, prima del ritorno al Città di Messina e il contributo alla salvezza con 23 presenze e un gol. Nelle stagioni successiva gioca nel torneo di Eccellenza con Sancataldese, Santa Croce e Igea 1946.

Nella foto: Aldo Grezzo con Max Lucarelli e Maurizio Lo Re con Cristian Ferraù

 di “Antonio Billè”