L’Allinparty Milazzo si presenta in conferenza stampa. “A Milazzo con grandi novità”

È stata presentata stamani a Palazzo D’Amico l’edizione 2022 dell’Allinparty Milazzo, la mega convention di sport inclusivo che, dopo la prima storica tappa fuori dalla Sicilia (lo scorso luglio a Pescara), torna nella città mamertina per chiudere l’estate 2022.

Un grande festival di sport, inclusione e confronto aperto a tutti e completamente gratuito che, finalmente, dopo due stagioni di interruzione forzata a causa della pandemia, torna a Milazzo (presso il Mediterranea Club) nel weekened dal 26 al 28 agosto: rinnovato entusiasmo e tante novità, che fanno di quella mamertina una tappa molto attesa, sempre completamente gratuita ed aperta a tutti.

L’amministrazione, nella persona del Sindaco Pippo Midili, ha subito sposato l’iniziativa. – questo l’intervento di Antonio Nicosia, Assessore allo Sport del Comune di Milazzo, in apertura di conferenza stampa – Tra l’altro una manifestazione ben riuscita nelle precedenti edizioni e, quindi, le cose belle e ben riuscite vanno sicuramente portate avanti e coltivate con insistenza. Il coinvolgimento con l’Assessorato allo Sport e quello alle Politiche Sociali è stato un atto immediato al quale abbiamo risposto immediatamente presente e ci siamo impegnati affinchè la risposta della città, attraverso le associazioni le associazioni sportive ed anche attraverso i servizi di volontariato, fosse più ampia possibile.

Oggi raccogliamo un buon risultato. Speriamo e siamo convinti che questo evento possa essere replicato, anche perchè si tratta di una iniziativa di rilevanza nazionale e, in questo caso, è molto utile per la città ed anche per il messaggio lanciato dall’organizzazione. Lo sport è inclusione e qui si va oltre al confronto fisico, alla tattica e ad altri aspetti puramente sportivi, ma si mira soprattutto al cuore e, quindi, siamo tutti quanti doverosamente impegnati affinchè si possano raggiungere risultati migliori possibili”

“Non faccio altro che accodarmi al messaggio del mio collega – prosegue Pasquale Impellizzeri, Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Milazzo – Ringrazio l’organizzazione per aver scelto la città di Milazzo come location di questa manifestazione. Da quando mi occupo di politiche sociali ho imparato a conoscere il significato del termine inclusione, il cui significato più importante si sviluppa in campo sociale, un mantra da avere sempre presente. Questa è una di quelle occasioni in cui ci sentiamo tutti sullo stesso piano senza differenze di alcun genere. Quindi non possiamo che essere contenti di sostenere questa manifestazione e ringraziare chi ha voluto portare questo evento nella nostra città”.

“Siamo onorati di essere nuovamente presenti a Milazzo in occasione di questa manifestazione – questo l’intervento di Debora Chillemi, Presidente AISM Sicilia – Ci aspettano 3 giorni intensi ma che permetteranno a persone di qualsiasi categoria di partecipare ad un sogno. L’evento permette di immaginare un futuro sportivo possibile. 23 anni fa, esattamente oggi, ho ricevuto la diagnosi di sclerosi multipla e posso dirvi che mi sento fortunata, perchè 23 anni fa sono entrata in AISM, la mia seconda famiglia, e oggi mi trovo qui a diffondere un’iniziativa geniale e inclusiva. Ringrazio tutti voi per avermi permesso di vivere oltre la mia patologia e non vedo l’ora che arrivi il prossimo weekend per godermi 3 giorni di sport ed inclusione”.

“Per me è un piacere essere qui – cosi Angelo La Via, Consigliere Nazionale di AISM – e ne approfitto perchè vorrei lanciare una sfida su Milazzo: vorrei che Allinparty sia la sfida dei milazzesi per abbattere le barriere fisiche e mentali che ancora oggi esistono. Dobbiamo far parte di una rete, di una squadra che garantisca una piena inclusione sociale. Grazie a questo progetto offriamo a tutte le attività del territorio la possibilità di fare la differenza stando uniti e dando continuità a questo percorso. Allinparty deve diventare nel 2023 l’evento simbolo di una città aperta e vivibile, per permettere a chi vive una disabilità nella propria quotidianità di avere una buona qualità di vita”.

Prosegue la conferenza con l’intervento di Fiammetta Conforto, Delegata del Rettore dell’Università di Messina per i Servizi alle Disabilità, che porta anche i saluti del Magnifico Rettore. “Con vero piacere anche quest’anno prendiamo parte a questo percorso di inclusione, che l’Università di Messina ha avuto l’onore di patrocinare sin dalla prima edizione. Da questa esperienza ho imparato a vedere la vita in maniera diversa e l’Università di Messina sente la necessità di coltivare la cultura di inclusione, perchè la diversità ti permette di cambiare punto di vista.

L’Università, inoltre, ha il dovere di dare la possibilità alle persone con disabilità di avvicinarsi alla vita e allo sport: un giovane deve fare sport e la disabilità non può escluderlo da questo tipo di pratica. Vorrei ringraziare Milazzo per la disponibilità e mi piacerebbe che questo diventasse un evento istituzionale per tutti noi. Con il Comitato Italiano Paralimpico, inoltre, abbiamo intrapreso un percorso che ci spinge a non sottrarci a questa responsabilità e ci spinge ad andare avanti con progetti sempre più importanti e lungimiranti”.

Fa eco alle parole della Conforto anche Francesco Giorgio, Delegato del Comitato Italiano Paralimpico di Messina. “Ringrazio Alfredo Finanze e Mediterranea Eventi per l’impegno che in questi anni hanno messo in campo per lo sport paralimpico. L’evento mette in risalto le potenzialità che lo sport può avere nel mondo della disabilità puntando l’attenzione sulla parola “inclusione” che, però, non deve restare solamente una parola alla quale fare riferimento, ma deve diventare un’azione quotidiana che ci permetta di raggiungere una piena e vera inclusione. Questa si raggiungerà quando la società civile, e quindi chi ha una responsabilità, riuscirà a permettere a chi vuole praticare sport di poterlo fare in qualsiasi condizione esso si trovi.

In questo senso sono diverse le attività su cui dobbiamo lavorare: dalla formazione dei tecnici al contatto con il territorio, per far si che si sviluppi una rete vincente. Nel mondo il 20% della popolazione ha una disabilità ed in Italia il numero di tesserati paralimpici è ancora molto basso. Proprio per questo eventi come l’Allinparty possono fare la differenza nella quotidianità di una persona con disabilità, per garantire alle persone una piena dignità sociale”.

“Grazie a Debora Chillemi ed a Mediterranea Eventi per averci permesso di salire in corsa in questa iniziativa – cosi Davide Liotta, Presidente dell’ASD ARB Messina, organizzatrice della prima tappa di plogging in Sicilia a Messina ed ora in programma anche a Milazzo il 24 agosto – Ci piace l’Allinparty per lo spirito, perchè include tutti. Il plogging, definito sport lento, permette a tutti di conoscere il nostro territorio attraverso lo sport, coniugando la corsa al raccogliere da terra. È un’attività dall’alto valore civico che esprime in modo forte il legame al luogo in cui viviamo. Proteggiamo il territorio raccogliendo i micro rifiuti e facendo sport, diventando quindi veicolo di divulgazione culturale. Allinparty è la prima tappa di un percorso che faremo insieme: il 31 luglio abbiamo avuto la tappa a Messina e i primi 3 classificati sono entrati di diritto alla tappa di Sestriere.  Valorizziamo la diversità, proprio attraverso lo sport”.

Prima della conclusione, spazio anche all’intervento di Simona Cascio, testimonial dell’Allinparty ed atleta Paralimpica. “Sono capitano della nazionale basket sorde e nell’ultimo anno grazie alla mia squadra abbiamo vinto l’oro all’europeo e la medaglia d’argento alle olimpiadi DEF. Non mi sento di essere la Testimonial dell’evento ma, piuttosto, mi sento parte integrante dello staff e solo così sento di poter fare la differenza. Le parole “inclusione” ed “empatia” sono belle, ma devono essere messe in pratica. L’Allinparty permette di mettere insieme persone di tutta Italia dando pineo risalto a questi concetti. Vi invito a partecipare all’evento perchè solo così potrete capire l’importanza di una vera inclusione sociale e solo così rivaluterete il modo di approcciarsi a persone con diverse disabilità”.

Abbiamo ripreso ufficialmente circa un mese e mezzo fa con la prima storica tappa oltre la Sicilia – queste le parole di Alfredo Finanze, Presidente di Mediterranea Eventi – esportare il nostro format, che ha avuto come base di partenza e trampolino di lancio la città di Milazzo, è stato veramente motivo di grande orgoglio e di grande responsabilità.

Torniamo a Milazzo con tantissimo entusiasmo e con la voglia portare diverse interessanti novità. Il format dell’Allinparty è quello conosciuto: tantissimo sport che punta sull’inclusione, il confronto con i testimonial paralimpici ed il momento dedicato ad intrattenimento e divertimento. Quest’anno, però, siamo cresciuti in termini numerici e di qualità: il patrocinio del Comitato Italiano Paralimpico, cosi come la vicinanza dell’amministrazione del Comune di Milazzo e di tanti partner nazionali come Decathlon (ma non solo), ci ha permesso di pensare più in grande.

Allora ecco che le discipline sportive tra tornei, dimostrazioni e prove libere diventano oltre 15, con tante novità molto particolari ed interessanti che ci permettono di abbracciare sempre più sportivi, sempre più federazioni ed associazioni del territorio. Cresce anche il numero dei testimonial paralimpici provenienti da tutta Italia, segno della portata ormai nazionale dell’Allinparty, che si confronteranno con noi nelle mattinate di sabato e domenica, programmate rispettivamente presso l’Area Marina Protetta e presso la Sezione di Milazzo del Tiro a Segno. Infine le sorprese arrivano anche dall’intrattenimento.

La sera di venerdi 26, quando terremo l’inaugurazione ufficiale durante la quale si esibirà anche la Banda musicale della Brigata “Aosta”, si realizzerà la prima edizione di “Milazzo Sport Fashion”, momento durante il quale sfileranno in maniera del tutto goliardica sportivi ed associazioni di volontariato locali (LabO, AIPD e Cooperativa sociale SOL.A.RE.S.) che nei giorni successivi praticheranno sport insieme a noi. La sera di Sabato 27, infine, il live show del duo comico I Soldi Spicci: un momento, anche questo gratuito, che siamo sicuri porterà tantissimo divertimento e tante persone all’Allinparty. Insomma, siamo felicissimi di ripartire e, ovviamente, non possiamo che ringraziare tutti i partner, pubblici e privati, che ci stanno supportando, grazie ai quali possiamo goderci questa bellissima manifestazione”.

Da domani l’antipasto alla manifestazione con la gara di plogging, che si svolgerà nel pomeriggio. Venerdi 26, invece, lo strat ufficiale con l’inaugurazione e la sfilata degli sportivi “Milazzo Sport Fashion”.

Di fondamentale importanza per la realizzazione della tappa mamertina sono stati tanti partner, pubblici e privati, che hanno sposato il progetto di sport senza esclusioni, quali l’Esercito Italiano, l’Assessorato Turismo Sport e Spettacolo della Regione Sicilia, l’Università degli Studi di Messina, Decathlon, il Gruppo Caronte & Tourist, A2A Life Company, Parco Corolla, Raffineria di Milazzo, Mediterranea Club, Naima (Griffe), Uno Vending, Cisk, Gerryanna, Assi Manager, Movimento Sportivi Milazzesi, Pro Loco Milazzo, Hotel Milazzo, CESV Messina, Croce Rossa Italiana – Comitato di Milazzo Isole Eolie e molti altri, con a fianco tante Federazioni Sportive Nazionali, paralimpiche e non e tante associazioni del territorio.

Maggiori info su www.allinparty.it oppure sui social dell’evento (facebook ed instagram).

di “Leonardo Berti”