Doppietta di Lucarelli e gol di Cannavò, il Città di Taormina doma (3-1) la Virtus Ispica

Il Città di Taormina supera 3-1 la Virtus Ispica grazie a un primo tempo di grandissima intensità e qualità e sale, da solo, al secondo posto in classifica, a -2 dalla capolista Nuova Igea Virtus. Al Bacigalupo il match si decide dopo poco più di mezz’ora grazie alla doppietta di Lucarelli e al sigillo di Cannavò. Nella ripresa il Città di Taormina abbassa i ritmi, la Virtus Ispica guadagna campo, ma Cirnigliaro inchioda il punteggio con due spettacolari parate. Solo nel recupero Caschetto insacca la rete del 3-1 in mischia su azione d’angolo.

Prepartita: Una sola variazione nell’undici titolare rispetto a una settimana fa per il Città di Taormina con il tecnico Coppa che manda in campo D’Amico per Ferraù. Tra i pali c’è Cirnigliaro, in difesa Viscuso, Trovato, Echeverria e Godino; in mezzo al campo con l’ex Catania c’è Le Mura, mentre Lucarelli, Assenzio e Biondo agiscono alle spalle della punta Cannavò.

Primo Tempo: Il Città di Taormina fa la partita e la Virtus Ispica prova a giocare a viso aperto, ma si espone alle giocate offensive dei padroni di casa che bussano subito al 5’ con il tiro sul primo palo di Biondo respinto in tuffo da Staropoli.

Al 10’ arriva il gol: Assenzio tocca per Cannavò che smarca Lucarelli il cui mancino da due passi è vincente. Primo gol in biancazzurro per l’argentino e tre minuti dopo Cannavò avrebbe subito la palla del raddoppio, ma, su assist di Assenzio, si vede la strada sbarrata dal portiere ospite. Gioca bene il Città di Taormina e al 20’ Staropoli deve superarsi sul destro piazzato di Cannavò. Cinque minuti dopo arriva il raddoppio: Assenzio sventaglia per Lucarelli che punta la porta e pesca l’angolino con un altro mancino a giro. Padroni di casa in controllo che calano il tris al 33’ con l’opportunismo di Cannavò, abile nel correggere in rete il tirocross di Assenzio.

Il 3-0 di Cannavò

Secondo Tempo: La ripresa si apre con due super parate di Cirnigliaro, bravo al 55’ sulla botta di Pitino e addirittura strepitoso al 59’ sulla punizione destinata all’incrocio calciata da Blanstein. Il Città di Taormina crea molto meno rispetto al primo tempo, anche se va vicino al tris con Famà che scambia con Cannavò e calcia di prima intenzione, con la palla che sfila sul fondo senza trovare la deviazione di Assenzio. Si arriva, poi, all’82’ con Echeverria che mette a lato in tuffo di testa il preciso invito di Cannavò. Nel corso del primo minuto di recupero, poi, Caschetto in mischia su azione d’angolo accorcia le distanze per la Virtus Ispica.

Città di Taormina-Virtus Ispica 3-1
Marcatori
: 10′ pt e 25′ pt Lucarelli, 33′ pt Cannavò, 46′ st Caschetto (VI)

Città di Taormina: Cirnigliaro, Viscuso (26′ st Biondi), Godino, Le Mura, Echeverria, Trovato, Assenzio (26′ st Giorgetti), D’Amico (21′ st Ferraù), Cannavò, Lucarelli (37′ st Quintoni), Biondo (8′ st Famà). Allenatore: Marco Coppa. A disposizione: Giuffrida, Di Natale, Caltabiano, Gulli.

Virtus Ispica: Staropoli, Caruso (41′ pt Pitino), Priola, Maldonado, Sakho, Di Pasquale, Falla (37′ st Giardina), Molina (25′ pt Cicero), Blanstein (43′ st Ricca), Coria (30′ st Caschetto), Cabrera. Allenatore: Giuseppe Trigilia. A disposizione: Nied, Giglio.

Arbitro: Andrea Augello di Agrigento Assistenti: Giuseppe Torre e Christian Pino di Barcellona Pozzo di Gotto
Ammoniti: Le Mura (CdT). Corner: 7-4 – Recupero: 3′ e 4′

di “Antonio Billè”