Il Città di Taormina vince 3-0 con la Nuova Igea Virtus e aggancia il primo posto

Il Città di Taormina vince 3-0 lo scontro al vertice con la Nuova Igea Virtus e aggancia il primo posto in classifica, insieme a Modica e RoccAcquedolcese, con un punto di vantaggio proprio sui giallorossi barcellonesi. Al Bacigalupo, con gli ospiti in dieci sin dalle prime battute per l’espulsione di Trimboli, la gara si decide nella ripresa grazie al gol immediato di Biondi e alla doppietta di Cannavò.

Marco Coppa

Prepartita: Tre assenze pesanti per Marco Coppa che deve fare a meno di Echeverria, Viscuso e Lucarelli e schiera, davanti a Cirnigliaro, una difesa tutta over con Pantano, Trovato, Giorgetti e Godino. In mezzo al campo ci sono Ferraù e Le Mura, mentre Biondi, Assenzio e Biondo agiscono alle spalle di Cannavò.

Primo tempo: Partita subito viva e, dopo appena un minuto, Biondi non riesce a deviare in rete il corner di Ferraù. Risposta immediata della Nuova Igea Virtus: Cirnigliaro chiude in uscita su Flores, poi Isgrò non trova la porta da buona posizione.

All’8’ l’episodio che cambia radicalmente la gara: duro intervento a centrocampo di Trimboli su Assenzio e per il signor Borello di Nichelino è rosso diretto. La partita quasi si spegne e si susseguono gli errori di misura da entrambe le parti. Al 20’ ci prova Silipigni su assist di Isgrò, ma Cirnigliaro blocca la conclusione centrale. Città di Taormina, invece, ancora pericoloso da calcio d’angolo, con Giorgetti che manda clamorosamente alto da due passi la palla messa dentro da Ferraù.

Un’occasione per parte, poi, per chiudere il primo tempo: al 29’ Cirnigliaro smanaccia l’insidiosa traiettoria impressa al pallone da Franchina direttamente da calcio d’angolo; mentre al 45’ Maggi respinge con i piedi la conclusione di Cannavò su invito di Ferraù.

                      Antonio Cannavò

Secondo tempo: La ripresa inizia subito con il vantaggio biancazzurro: 55” sul cronometro, Biondi stacca tutto solo sul corner di Ferraù e batte Maggi, siglando il quarto gol del suo campionato. La partita si mette in discesa e al 67’ il Città di Taormina raddoppia con l’ex Antonio Cannavò al termine di una pregevole azione di squadra che coinvolge quasi tutti i giocatori in campo, con l’assist finale confezionato da Godino. Match in cassaforte che “rischia” di riaprirsi al 65’ quando l’arbitro Borello concede un rigore che non c’è per un intervento nettamente sul pallone di Pantano che poi si scontra con De Gaetano.

Il fischietto di Nichelino concede la massima punizione tra lo stupore generale, ma Cirnigliaro protegge il risultato respingendo la conclusione di Flores. Episodio che galvanizza ulteriormente il Città di Taormina e al 67’ arriva anche il tris: lo firma ancora Cannavò che di testa deposita in rete l’assist di D’Amico, in campo da una manciata di minuti. La partita, di fatto, finisce qui: nel finale Isgrò calcia sull’esterno della rete, mentre il Città di Taormina non concretizza un paio di buoni contropiede con Le Mura, Famà e Di Natale.

  • Città di Taormina-Nuova Igea Virtus 3-0
    Marcatori
    : 1′ st Biondi, 12′ st e 22′ st Cannavò
  • Città di Taormina: Cirnigliaro, Pantano, Godino, Le Mura, Giorgetti, Trovato, Assenzio (20′ st D’Amico), Ferraù (45′ st Quintoni), Cannavò (24′ st Famà), Biondi (38′ st Di Natale), S. Biondo (38′ st Caltabiano). Allenatore: Marco Coppa. A disposizione: Giuffrida, Lo Re, D’Amore, Fragapane.
  • Nuova Igea Virtus: Maggi, Franchina, Di Bella (20′ st Aveni), Trimboli, Della Guardia Vincenzi (8′ st De Gaetano), G. Biondo, Presti, Flores (38′ st G. Verdura), Isgrò (30′ st Abbate), Silipigni (26′ st C. Verdura). Allenatore: Pasquale Ferrara. A disposizione: F. Bucolo, P. Bucolo, Dall’Oglio, Marino.
  • Arbitro: Edoardo Borello di Nichelino Assistenti: Alessandro Firera e Giuseppe Saracino di Ragusa.
  • Ammoniti: Cannavò (CdT), Biondo (NIV), Pantano (CdT)
  • Espulso all’8′ pt Trimboli (NIV)
  • Corner: 4-5 – Recupero: 3′ e 3′