Andata Semifinale Coppa Italia: Il Città di Taormina sconfitto (2-0) dalla Nuova Igea Virtus

Va alla Nuova Igea Virtus il primo round della semifinale di Coppa Italia: i giallorossi superano 2-0 il Città di Taormina al D’Alcontres-Barone, con la qualificazione che si deciderà il prossimo 21 dicembre al Bacigalupo nel match di ritorno. I giallorossi indirizzano la partita nei primi venti minuti, quando trovano i gol di Isgrò e Flores, con la reazione degli ionici che arriva dopo la mezz’ora e si concretizza in un secondo tempo giocato stabilmente nella metà campo ospite, ma senza trovare il guizzo vincente in zona gol.

Prepartita: Dopo le fatiche di campionato, Marco Coppa applica un po’ di turnover in tutti i reparti: in difesa, davanti a Cirnigliaro, con Echeverria, Trovato e Giorgetti c’è Pantano; in mezzo al campo spazio per Ferraù e D’Amico con Le Mura, mentre davanti agiscono Biondo, Lucarelli e Biondi.

Primo Tempo: La Nuova Igea Virtus approccia meglio alla gara e al 10’ serve un reattivo intervento di Cirnigliaro per sventare la girata da azione d’angolo di Della Guardia. Portiere del Città di Taormina attento anche sul corner seguente di Idoyaga calciato direttamente verso la porta. Punteggio che si sblocca al 17’ grazie a Isgrò che scatta sul filo del fuorigioco, controlla la palla d’esterno di Vincenzi e non sbaglia a tu per tu con Cirnigliaro.

Il Città di Taormina accusa il colpo e al 22’ arriva il raddoppio: Di Bella, a destra, controlla e mette una palla radente in area su cui si fionda Flores che insacca il 2-0 con una botta sul primo palo. Barcellonesi, poi, pericolosi con Idoyaga, ma Cirnigliaro gli sbarra la strada, e con il colpo di testa alto di Isgrò. Al 32’ arriva prima conclusione verso la porta del Città di Taormina, la effettua Santino Biondo, ma Staropoli blocca a terra. Un minuto dopo sospetto contatto in area tra Dall’Oglio e Lucarelli, l’arbitro lascia giocare e, sul prosieguo dell’azione, il mancino di Ferraù è respinto col corpo da Verdura.

Secondo Tempo: Il Città di Taormina rientra in campo con un atteggiamento molto diverso e crea subito tre palle-gol. Al 6’, dopo una bella uscita da dietro, Le Mura suggerisce per Biondi, il cui diagonale termina a lato. Un minuto dopo ci prova Echeverria dalla distanza, si distende e respinge Staropoli. La terza opportunità è la più importante: Lucarelli si libera in maniera regolare di Dall’Oglio, tocco per Biondi che spreca con un debole piattone e Staropoli blocca a terra.

Città di Taormina in costante proiezione offensiva e al 71’ arriva anche un clamoroso salvataggio sulla linea di Verdura sull’intervento in spaccata di Biondo che aveva raccolto la palla messo dentro da Lucarelli. Quattro minuti dopo i giallorossi provano ad allentare la pressione con la conclusione alta da fuori di Di Bella. Al 91’ l’ultima emozione la firma Echeverria con un tiro d’esterno in mischia che finisce fuori di un soffio con Staropoli immobile.

Nuova Igea Virtus-Città di Taormina 2-0
Marcatori
: 17′ pt Isgrò, 22’ pt Flores

Nuova Igea Virtus: Staropoli, Di Bella, Verdura (43′ st Silipigni), Dall’Oglio, Della Guardia, Vincenzi, G. Biondo, P. Bucolo (39′ st Franchina), Flores, Isgrò (19′ pt Presti), Idoyaga (23′ st De Gaetano). Allenatore: Pasquale Ferrara. A disposizione: Di Fina, Russo, Di Bartola, G. D’Amico.

Città di Taormina: Cirnigliaro, Echeverria, Pantano (29′ st Godino), Le Mura, Giorgetti, Trovato, A. D’Amico (18′ st Famà), Ferraù (12′ st Assenzio), Biondo, Lucarelli (29′ st Cannavò), Biondi. Allenatore: Marco Coppa. A disposizione: Giuffrida, Fragapane, Quintoni, Lo Re, Di Natale.

Arbitro: Francesco Polizzotto di Palermo. Assistenti: Nicola Conticello di Catania e Gaetano Florio di Agrigento

Ammoniti: S. Biondo (CdT)
Corner: 3-1 – Recupero: 1′ e 6′