Il Casalvecchio fa suo il derby con un buon Real Rocchenere (3-1), Chirillo, doppio D’Amico e Uscenti in gol

Con una grande prestazione il Casalvecchio fa suo il derby con un buon Real Rocchenere, un successo importante per i giallorossi che ritornano alla vittoria dopo due sconfitte consecutive. Un derby giocato sul rettangolo di gioco, ma anche sugli spalti dalle rispettive tifoserie che hanno offerto una spettacolare coreografia, la nota più importante da sottolineare, la sportività e la correttezza dei giocatori (solo due ammoniti), di un incontro che ha rilanciato la squadra del Presidente Cosimo Cicala (quarto posto con 22 punti), tre punti che ha permesso anche di superare in classifica rosanero (quinti con 20 punti in coabitazione con il Città di Santa Teresa).

In casa giallorossa, in panchina mister Enzo Albano al posto dello squalificato Giancarlo Miuccio che ha seguito la gara dalla tribuna, pronti …via, è subito gli ospiti si rendono pericolosi con un diagonale di Aloisi, all’8’ la risposta giallorossa arriva da Chirillo assist per Garufi si accentra dal limite manda a fil di palo. Al 14’ ci prova da fuori Chirillo alto sopra la traversa. Al 20’ un ottimo pallone per Briganti che spara sopra la traversa.  Qualche minuto più tardi Giuseppe Briguglio si fa soffiare il pallone da Lorenzo D’Amico che prova da fuori con Miceli che devia in angolo.

Sulla ripartenza rosanero è Matteo Uscenti che penetra dalla destra con conclusione insidiosa con Bonanno che riesce a chiudere lo specchio della porta è deviare in angolo. Ci prova Aloisi dalla destra filtra in area per Briganti che fa proseguire per Fimognari ma il suo sinistro è da dimenticare.

Il Casalvecchio è cinico al 25’ sblocca il risultato: lungo lancio a tagliare la mediana con il pallone arriva a Chirillo sulla treaquarti stop a seguire evita l’intervento di Saccà si accentra appena in area fa partire un destro a volo che termina la sua corsa sotto la traversa con Miceli battuto. Il Real cerca la reazione, purtroppo non arriva, i giallorossi chiudono gli spazi, raddoppio della marcatura, con un Chirillo strepitoso con un Lorenzo D’Amico una vera spina nella linea difensiva rosanero.

Proprio il numero 9 locale è protagonista al 33’: conclusione da fuori di Bongiorno su assist di Chirillo, un tiro centrale non forte ma insidioso con Miceli che non trattiene come una falco arriva D’Amico che di collo pieno fa gonfiare la rete (2-0) poi una lunga corsa sul lato opposto a festeggiare sotto la curva.

             Giuseppe Briguglio e Nino Garufi

Il raddoppio giallorosso ha tagliato le gambe al Real Rocchenere che non riesce a reagire, ci prova il suo elemento di maggior classe Peppe Costa con una conclusione indirizzata nell’angolino sinistro ma Bonanno non si fa sorprendere.

Ogni volta che si propone in avanti, il Casalvecchio è insidioso: punizione dalla destra di Saglimbeni che scodella in area un pallone che trova il colpo di testa di Nino Garufi, una stoccata aerea che si infrange sul palo alla sinistra di un battuto Miceli.  Ancora padroni di casa, occasione di Torservia un rigore in movimento non riesce a finalizzare, sopra la traversa.

Nell’azione seguente ghiotta occasione per gli ospiti con un’azione manovrata iniziata da Costa proseguita da Uscenti che filtra per Aloisi ottimo controllo e gira sul secondo palo dove si trova ben posizionato Briganti, il suo destro viene respinto dall’uscita di Bonanno.

Il Casalvecchio non molla, poco prima dell’intervallo va nuovamente in gol: traversone preciso di Lorenzo D’Amico con colpo ad incrociare di testa di Torsevia che manda all’angolino alla sinistra di Miceli, la sua esultanza viene soffocata dalla decisione dell’arbitro per posizione irregolare.

Al rientro in campo mister Mangiò presenta Amante e Libro per poter recuperare il risultato, dal piede del neoentrato Peppe Amante parte un calcio di punizione da limite con Bonanno para. Adesso sono gli ospiti a fare la gara, si propongono in fase offensiva ma è ancora il Casalvecchio che si propone nelle ripartenze: Torsevia dalla linea di fondo mette sul secondo palo per il liberissimo Lorenzo D’Amico che può colpire di testa, invece, cerca una spettacolare sforbiciata con Miceli che para.

Il bomber casalvetino si rifà subito dopo: Torsevia apre sulla destra per Alessandro Saglimbeni perfetto traversone a scavalcare l’uscita di Miceli, la sfera arriva a D’Amico che di petto spinge in rete (3-0). Gara virtualmente chiusa, il Real Rocchenere non molla, si rende pericoloso da calci da fermo: una punizione dalla destra a girare di Libro trova la deviazione di Bonanno.

Il pressing rosanero viene premiato all’85’: un passaggio filtrato, una verticalizzazione perfetta per Uscenti, non ci arriva Barone, ottima coordinazione di corpo per evitare l’intervento di Manuli, supera in uscita Bonanno con il pallone che fa da flipper fra i due pali poi termina la sua corsa in rete (3-1). Nei restanti minuti non succede nulla, arriva il triplice fischio finale che fa sorridere il Casalvecchio che si appresta ad affrontare con il morale alto la prossima delicata trasferta sul campo della seconda forza del campionato il Calcio Santa Venerina, di contro il Real Rocchenere farà visita al Real Itala

Casalvecchio Siculo   3   Real Rocchenere   1

Marcatori: 25′ Chirillo, 33′ e 76′ L. D’Amico, 85′ Uscenti

Casalvecchio Siculo: Bonanno, Ferraro (92’ O. Saglimbeni), Bongiorno, Manuli, Barone, R. D’Amico, Chirillo, Torsevia (83’ P. Saglimbeni), Garufi (65’ Cicala), A. Saglimbeni (77’ Spadaro), L. D’Amico (88’ Iervolino). All. Enzo Albano (squalificato mister Giancarlo Miuccio). A disp: Montesanti, Iervolino, Muscolino, P. Saglimbeni, Cicala, Spadaro, O. Saglimbene.

Real Rocchenere: Miceli, Fimognari, Caldore (46’ Amante), Sacca, Giandolfo, Santoro, G. Briguglio (46’ Libro), Costa, B. Aloisi (77’ D’Angelo), Uscenti, Briganti (73’ F. Aloisi). All. Giuseppe Mangiò. A Disp: Brunetto, Trimarchi, A. Briguglio, Irrera, Libro, D’Amico, F. Aloisi, D’Angelo, Amante

Arbitro: Vincenzo di Carnemolla di Catania

Ammoniti: Barone (Casalvecchio Siculo), Amante (Real Rocchenere)

 di “Mimmo Muscolino”

Intervista a Peppe Mangiò

L’esultanza dei giocatori del Casalvecchio a fine gara