La SSD UniMe ammessa alla Serie A Nazionale di Baseball per Non Vedenti e Ipovedenti

Con la riunione tenutasi in videoconferenza lo scorso 4 dicembre, Lega Italiana Baseball Ciechi ed Ipovedenti (LIBCI) ha ufficializzato con votazione all’unanimità l’ammissione della SSD UniMe all’ambito campionato di Serie A Nazonale di Baseball per ciechi.

Uno storico e prestigioso risultato raggiunto per il team universitario che, come sottolineato anche da Silvia Bosurgi, Presidente della SSD UniMe: “Ci riempie di gioia e soddisfazione. Questo nostro progetto, sviluppato in poco meno di due anni, adesso assume un ulteriore significato sociale notevole, rappresentando il passaggio da un impegno amatoriale ad una partecipazione agonistica a livello nazionale. Un passo in avanti importante che premia la lungimiranza del progetto, oltre alla passione ed alla competenza dello staff che fa parte del settore”.

Il prossimo torneo di Serie A, la cui formula ancora non è stata definita, prenderà il via nella prossima primavera, quando esordiranno alcune realtà storiche e blasonate del panorama italiano: i Patrini Malnate, i Lampi Milano, i Thunders Five Milano, la Leonessa Brescia, la Fortitudo Bologna White Sox, la Fiorentina, la Roma all Blinds e la Thurpos Cagliari. A queste si aggiungeranno Messina e, molto probabilmente, anche i Blindkaralis, la nuova squadra di Cagliari che dovrebbe essere ammessa al prossimo campionato.

“Il risultato raggiunto di poter giocare in Serie A è stato possibile soltanto grazie alla perseveranza di tutto il gruppo, dai tecnici agli assistenti agli atleti – cosi Emilia Ammirato, coach della squadra – un lavoro corale che in poco tempo ci ha portato a confrontarci con squadre più blasonate che giocano da diversi anni. Il trampolino di lancio definitivo è stata sicuramente la vittoria al Torneo Esordienti di Bollate, lo scorso settembre, e poi l’atto conclusivo in casa nostra ad Ottobre con la disputa del Torneo dello Stretto, in occasione del quale la LIBCI con i suoi delegati ha avuto modo di verificare gli ultimi passi in avanti della squadra. Ringrazio la Presidente Silvia Bosurgi per la fiducia che ha dato a me ed Luisa Colosi nel portare avanti l’attività. Ringrazio, inoltre, la Prof.ssa Fiammetta Conforto ed il Prof. Carlo Giannetto per la vicinanza al nostro progetto e, infine, la Prof. Marika Margiotta per aver integrato il nostro progetto in quello più ampio della SSD UnIme denominato “Skill In”.

“Il lavoro di squadra e la caparbietà dei nostri atleti ci ha dato la grande soddisfazione di avere la possibilità di giocare nella massima serie del baseball per ciechi – prosegue Luisa Colosi, Manager della squadra – siamo orgogliose dei nostri atleti che, sin da quando è trapelata la notizia, hanno messo in chiaro che si impegneranno ancora di più rispetto a prima. Come tecnico sono orgogliosa del lavoro svolto e ringrazio la SSD UNIME per l’occasione che ci ha dato”.

La SSD UNIME si prepara, quindi, ad un’entusiasmante stagione nella Serie A Nazionale, pronta a dimostrare che la passione, la dedizione e il lavoro di squadra possono superare ogni ostacolo.