Danilo Novelli bis su Skoda Fabia vince il Rally di Taormina 2023 “thrilling” finale

La coppia Novelli – Longo su Skoda Fabia,  vince il Rally di Taormina col thrilling dell’ultima p.s., dove i battistrada fino a quel momento, Rizzo -Pittella anch’essi su Skoda Fabia, incappano incredibilmente in un incidente che mette fine alla loro gara, lasciando la vittoria su un piatto d’argento all’antillese che vince per la seconda volta il Rally di casa. Al secondo posto il comasco Porro in coppia con Contini sempre sulla vettura boema e terzi la coppia Coriglie-Grilli su Peugeot 208 Gt Line che si ripetono sul podio dopo l’anno scorso.

Il Rally, con in tutto sole 5 p.s. , 2 al Sabato e 3  la Domenica, oltre che sperimentale assume le sembianze di uno “sprint”, dopo anche il taglio su ordine prefettizio di un buon tratto della prima p.s. la Casalvecchio -Scifi.

1 P.S . Casalvecchio – Scifì: Su questa prima, i migliori tempi nell’ ordine sono di Rizzo seguito da Novelli, terzo Porro in lotta con Coriglie e da subito questa sarà l’impronta del rally, da registrare nella prima il nono tempo dell’ esordiente nisseno Nicoletti su Peugeot 208 ed i due testa-coda della coppia santateresina Venuti-Triolo su Peugeot 106 che escono col ventottesimo tempo.

Da lì ci si avviava verso il lungo riordino di Furci Siculo, con piloti rilassati a passeggio nel paese ed impegnati con le macchine ferme in zona Villa, a discutere e fare foto con i ragazzi dell’associazione Dispari Onlus, nell’ iniziativa “un Traverso per un Sorriso”.

2 P.S . Casalvecchio – Scifì: Ripartiti, tappa al controllo a timbro ” Ciao Andrea” in memoria del copilota di Santa Teresa. Sulla seconda p.s., ripetizione della prima ma al buio, sempre Rizzo, Novelli e Coriglie che precede Porro, da segnalare il ritorno nei top di Venuti col sesto tempo e l’exploit del kartista volante Garufi Carmelo in coppia con Cardone Diego, da rilevare il ritiro dell’ altro pilota nordista Caffoni all’ esordio sulla Peugeot 208, pilota vincente su Skoda in vari rally nella sua “Zona”.

Il tracciato finale della Misserio-Savoca

P.S. 3 . Misserio – Savoca: Il giorno dopo si riparte di buon mattino per la Misserio -Savoca, ripetuta 3 volte e decisiva nell’ ultima dove a seguito della toccata del battistrada, le 5 macchine seguenti vanno in trasferimento e col tempo imposto, il tutto a vantaggio del bis di Novelli e del podio di Porro e Coriglie.

Nei primi dieci dell’ assoluta concludono i Campioni Italiani di classe Sturiale-Gentile sulla mitica orange Clio Williams, quinti, ed il rimontante Venuti con la fida blu 106, brillante protagonista quest’ anno del Civm. Spettacolare ed incisiva la gara della coppia La Torre-La Torre, figlio al debutto e papà sul sedile di destra, esperto pilota, settimi assoluti, e con un tempo monstre sulla seconda PS. Noni Naccari-Catalano su Peugeot 208, costanti ed efficaci.

Fuori dalla top ten, Lo Conti, brillante e grintoso in coppia con Marino su su Peugeot Vti e la coppia santateresina Moschella-Crupi sempre sulla Vti, autori di una gara intensa quanto bella.

Gli altri piloti della fascia jonica, vincenti di classe, in questo rally nostrano sono stati Mignani DeClo’(Renault Clio Rs) regolari e senza avversari, S. Tama’-Coglitore (106) nell’ N.1, con soli 18″8 sulla coppia Santoro-Spadaro (106) in una bella battaglia di classe, così come nella A5 la coppia Chillemi Carmelo con Ylenia Cannata (205 Rally) con 46″8 sulla mitica Uno 70

La classe N3 è stata una lotta”interna” tra Pagnozzi-Donia (Renault Clio Rs) e Miuccio-Miuccio sulla Williams, tutto in allegria e con un nell’andare. Buona anche la prova di Sigillo-Sigillo sulla Renault RS L terzi di classe a 44″4.

                                     Parco Furci Siculo

Anche la N2 è stata un concentrato di “duelli” jonici”anche se la vittoria è andata all’ esperto pilota di Sinagra, Dario Salpietro (Citroen Saxo Vts), inseguito per tutta la gara dalla coppia dell’Af Sport Casablanca-Perrone (106) a soli 15″, terzo posto per Ragusa-Novelli (Saxo) regolari e costanti, quarti Maccarrone-Lepori (106) , rispettivamente ventiseiesimo e ventisettesima nell’assoluta ed in lotta tra loro, con ventottesimi i redidivi Foscolo-Sturiale (208Gt L).

Sempre nella N2 ,Varvaro-Varvaro(106) e Chillemi -Pantano hanno completato una classe coriacea e sempre di grandi battaglie.

Ritirati F. Pasquale-Comandare (Saxo).  Arrivati alla fine con una condotta regolare ed accorta gli altri equipaggi nostrani Bartolotta-Cosio (Clio W), Micali-Cucinotta (Clio), Curcuruto-Caminiti (Saxo), Santoro-Spadaro (106), Palella-Fileccia (Fiat Panda), Nicita-Musolino (Mg Rover). Ritirati invece Santoro D.-Rinati, Trimarchi-Varvaro A, Biceri-Sturiale, Bongiorno-Carcione tutti su Peugeot 106.

Nelle Legend, bis di vittoria, anche per De Meo-La Mattina  Renault 5) dopo la defaillance delle Porsche.
Il mandanicese Natalino Mirabile in coppia con Giulia Pernice, ritornata una tantum in gara, hanno fatto il possibile, con vari problemi sulla mitica argentea Fiat Ritmo 130.

Tante, sempre in crescendo, le navigatrici in questo rally . In plauso va alla neonata scuderia AF Corse, che ha schierato ben 12 equipaggi, al Team Automobilistico Phoenix con i suoi 16 ed alla Rally Team New Turbomark con i suoi 11 equipaggi, nonché organizzatrice di questo bell’evento motoristico, a conferma della passione motoristica della riviera Jonica .

di “Vincenzo Saccà”

Altri Articoli…