Il Real Rocchenere esulta con il duo Amante-Aloisi. Una vittoria all’ultimo respiro contro un’ottima Virtus Etna

Il Real Rocchenere esulta nei minuti finali con il duo Amante-Aloisi che regalano una vittoria all’ultimo respiro, un 2-0 contro un’ottima Virtus Etna. Un successo che conferma i colori rosanero in piena lotta play-off (quinto risultato utile consecutivo) tre punti fondamentali che consentono ai ragazzi di mister Peppe Mangiò di portarsi in quarta posizione (29 punti) superando in classifica il Città di Santa Teresa (28), restando in scia del Casalvecchio (32).

                        Una fase di gioco

Non è stata una vittoria facile, su un campo pesante e a tratti fangoso, contro un ottimo avversario, in una gara molto combattuta, giocata bene da entrambe le compagini che hanno cercato con ottime organizzazioni di gioco la via della rete, l’equilibrio, quando ormai si pensava alla divisione della posta, si è spezzato nei minuti finali: ennesima azione offensiva dei padroni  di casa che porta al tiro Aloisi che si vede respingere la conclusione dall’estremo difensore ospite, come una lince è abile a riprendere la sfera Peppe Amante il suo tap-in gonfia la rete etnea per l’esultanza dei sostenitori rosanero.

La Virtus cerca prontamente di reagire si spinge in avanti, il Real chiude gli spazi, siamo nei minuti di recupero sale in cattedra Benny Aloisi, una spettacolare azione personale rientrando dalla fascia supera due difensori in dribbling e trafigge il portiere con un forte tiro all’angolino che chiude definitivamente l’incontro.

                                                     L’esultanza di Aloisi dopo il gol

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da registrare prima del vantaggio, i padroni di casa hanno avuto la possibilità di sbloccare il risultato su calcio di rigore non trasformato da Amante. Rigore che era stato fatto ripetere (calciato da Speranza che segna sulla ribattuta).

Il secondo rigore non trasformato da Amante

Primo Rigore calciato da Speranza è fatto ripetere

Prossimo turno, l’insidiosa trasferta sul campo del Riposto 2016, per la Virtus Etna l’impegno casalingo contro il fanalino di coda dello Zafferana.