La capolista Fiamma Antillo fermata da “rigore” dalla Robur Letojanni. Si accende la lotta play-off. Vittoria del Limina e Rafael

La prima giornata di ritorno (10^ di campionato), ha dato delle indicazioni importanti sulle varie contendenti alla vittoria finale (al di là della sconfitta, rimane la Fiamma Antillo la compagine favorita, ha qualcosa in più rispetto alle avversarie) ma soprattutto si comincia a delineare il quadro di una lotta play-off, la classifica a otto giornate dal termine indica in Limina Calcio, Rafael Sporting Club, Unime e Robur Letojanni le squadre che cercheranno di “posizionarsi” nella graduatoria migliore. La distanza tra la prima della classe Fiamma Antillo (21) e Robur Letojanni (15) è di sei punti, quindi tutto è aperto, incideranno sicuramente gli scontri diretti. Al momento fuori dai giochi, Alì Terme e SC Sicilia.

Già nel prossimo turno gli occhi saranno puntati nella gara che vedrà di fronte la Fiamma Antillo del capocannoniere del Girone (Sebastiano Mastroieni con 17 gol) e Unime, del risultato che uscirà dal Comunale “C. Smiroldo” guarderà in maniera particolare il Limina che giocherà Sabato in casa con l’Fc Alì’ Terme con gli aliesi che si giocheranno il “jolly” per poter rientrare nella griglia play-off, in caso di sconfitta, devono riporre il sogno nel cassetto, quindi una gara non certo facile per la compagine allenata dal duo Intelisano/Lo Giudice dopo le dimissioni a Dicembre di mister Peppe Mancuso. Invece riposerà la Rafael Sporting Club.

Carmelo De Luca (Robur)

Parlavamo di scontri diretti, la conferma ci arriva dall’ultimo turno di campionato dove la Robur Letojanni ha fatto sua la gara contro la capolista Fiamma Antillo, un incontro che è stato deciso dagli undici metri nei minuti finali dell’incontro, a trasformare la massima punizione l’attaccante Carmelo De Luca messo in campo a metà della ripresa. Vantaggio salvato in pieno recupero dal veterano, ma sempre giovane Alessandro Ruggeri che intercetta l’insidiosa punizione dal limite di Sebastiano Mastroieni.

 Un successo importante non solo per i ragazzi di mister Nico Rovito (sesto risultato utile consecutivo, 3 vittorie e tre pareggi) per il proprio campionato, ma hanno frenato la marcia della Fiamma Antillo (alla sua prima sconfitta esterna, seconda stagionale), un passo falso che ha permesso alle varie pretendenti di avvicinarsi alla capolista che permette loro di sperare, di puntare al primato.

Ecco che arriva la vittoria netta nel risultato della Rafael Sporting Club di mister Simone Prestia nel derby ed ostico campo dell’Fc Alì Terme (3-0). Settimo risultato utile consecutivo per i furcesi, che hanno raccolto il pieno dei punti nelle due trasferte consecutive, la classifica sorride terzo posto (18) punti) con il miglior attacco del Girone, ben 27 i gol realizzati (uno in più della capolista Fiamma Antillo). Una vittoria che porta la firma di un veterano, Ciccio Carpillo autore di una splendida doppietta, apre le marcature al 10’ e poi raddoppia su calcio di rigore ad inizio ripresa, nel finale con gli aliesi in pressing arriva il gol di Leo. Prossimo avversario della Rafael (tra quindi giorni) lo scontro diretto contro la seconda forza del torneo il Limina Calcio.

I liminesi, arrivano dal poker realizzato in quel di Maletto, quattro reti rifilati allo Sporting Santa Domenica, gara virtualmente chiusa dopo i primi 45’ con i gol al 16’ di Lo Giudice e al 22’ Leo su punizione. Ad inizio ripresa arriva il tris che porta la firma di Thomas Paratore, chiude la goleada Giovanni Cannavo, solo nel finale il gol di Calandra. Una rete subita che non intacca il primato della migliore difesa del Girone (7 reti subite dai liminesi contro i 10 della coppia Fiamma Antillo e Unime). Un successo che rilancia i liminesi in ottica non solo play-off ma anche per il primato che si trova a soli due punti.

Infine l’ultima gara della giornata si è giocata in notturna secco 2-0 dell’Unime che ha regolato con un gol di Furnari (18’) e di Leo Morabito (23’) il SC Sicilia.

 di “M.M.”