Serie A1 – Una splendida Top Spin Messina (3-3) a Carrara con Amato protagonista

Una bellissima Top Spin Messina WatchesTogether pareggia 3-3 al Palasport di Avenza contro l’Apuania Carrara nella sfida al vertice, mantenendo l’imbattibilità stagionale. Oltre quattro ore di gioco e di intense emozioni nella gara valida per la 2^ giornata del girone di ritorno di Serie A1. Prestazione da incorniciare di Antonino Amato, l’assoluto protagonista del match con una doppietta d’autore, stendendo prima Andrej Gacina e infine Mihai Bobocica nell’ultimo singolare. Per la squadra del presidente Giorgio Quartuccio un risultato meritatissimo, lo stesso dell’andata, acquisito grazie ad una prova di carattere, volontà e spirito di sacrificio.

Ad aprire la serie il confronto che vedeva impegnati Niagol Stoyanov e Tomislav Pucar. Il croato si è aggiudicato il primo parziale per 11-9, sfruttando il terzo set-point disponibile. Pure la seconda frazione è finita nelle mani di Pucar, per 11-4. A Stoyanov è invece riuscita la rimonta nel terzo, portandosi dall’1-5 per l’avversario all’11-7 conclusivo. L’11-7 in favore del padrone di casa nel quarto ha però chiuso i giochi, sancendo il 3-1.

Un immenso Antonino Amato ha consentito alla Top Spin di ristabilire immediatamente la parità superando per 3-0 Andrej Gacina. Il bis dell’impresa riuscitagli nella scorsa stagione con la maglia della Marcozzi, dopo averla sfiorata nella gara d’andata a Villa Dante.

Il palermitano è passato 13-11 nel primo set, mancando un set-point (10-9) e annullandone uno (10-11). Dopo un avvio equilibrato (4-4) nel secondo, Amato è scattato sul 9-6 e poi sul 10-7, capitalizzando la terza occasione (11-9).

Strepitosa la partenza del siciliano nel terzo, con un eloquente 7-1 a testimoniarlo. Il croato ha provato a rifarsi sotto (9-7), ma un incontenibile Amato si è guadagnato tre match-point (10-7) ed è andato dritto al traguardo (11-8), ottenendo una vittoria memorabile.

Duello palpitante tra Matteo Mutti e Mihai Bobocica, deciso all’ultimo respiro. Il primo parziale ha visto il mantovano non concretizzare ai vantaggi ben tre set-point, con Bobocica che si è imposto quindi per 15-13. Clamorosa, invece, la rimonta confezionata da Mutti nella seconda frazione, da 5-10 a 12-10, con un break di 7-0. Nel terzo, sotto 4-8, l’atleta della Top Spin è risalito fino al 10-9, vedendosi annullare il set-point. Alla fine è stato comunque lui a passare per 15-13 dopo altri tre tentativi contro l’unico di Bobocica. Nel quarto Mutti avrebbe già potuto completare l’opera, ma si è fermato sul 10-7 fallendo tre match-point. Volato via anche il quarto sull’11-10, alla fine ha prevalso Bobocica 13-11, rinviando il verdetto alla “bella”. Da 0-3, tornato in campo dopo il time out, l’ospite ha riattaccato la spina. Mutti ha sprintato da 4-6 a 10-6, con sei punti consecutivi. Il numero uno italiano è andato a segno al terzo match-point, imponendosi per 3-2.

Niente da fare per Niagol Stoyanov contro Andrej Gacina, piegato in tre set comunque molto tirati. Sul 9-9 del primo il croato ha piazzato i due punti decisivi. Stoyanov ha cancellato due set-point al rivale sull’8-10 nel secondo, ma si è successivamente dovuto arrendere per 10-12. Nel terzo il livornese conduceva 9-8, prima di cedere per 9-11. Sul risultato generale di 2-2 sono andati in campo Matteo Mutti e Tomislav Pucar e il lombardo è uscito sconfitto per 3-1 nonostante l’ottimo avvio. Conquistato il primo set per 11-8, Mutti ha tenuto vivo il secondo fino al 7-7, poi Pucar ha allungato, arrivando all’11-8. Nel terzo, inerzia cambiata da 4-2 per Mutti a 5-9, con il croato che al terzo set-point ha raggiunto l’11-9. L’11-8 nel quarto gli è valso la vittoria.

A regalare il pari alla Top Spin ci ha pensato Antonino Amato, in serata di grazia, battendo 3-2 Mihai Bobocica. Dominato il primo parziale per 11-5, Amato si è lasciato sfuggire il secondo (10-12), sciupando tre set-point sul 10-7. Il palermitano ha ripreso a correre nel terzo, vinto con autorità per 11-7. Da 7-7 nel quarto, Bobocica ha trovato lo spunto decisivo con quattro punti di fila. Match alla “bella” e tensione altissima data la posta in palio. Amato ha collezionato un primo match-point sul 10-9, poi un altro ulteriore disinnescato dal rivale ai vantaggi, fino ai punti del 12-11 e 13-11 magistralmente messi a segno dal giocatore della Top Spin che hanno fatto calare il sipario, decretando il 3-3, stesso risultato dell’andata.

Distanze invariate in classifica: l’Apuania Carrara sale a quota 12, la compagine allenata da Wang Hong Liang, ancora imbattuta, insegue a 11 e può tornare dalla Toscana con nuove certezze ed una grossa iniezione di fiducia.

Apuania Carrara-Top Spin Messina WatchesTogether 3-3

Tomislav Pucar-Niagol Stoyanov 3-1 (11-9, 11-4, 7-11, 11-7)

Andrej Gacina-Antonino Amato 0-3 (11-13, 9-11, 8-11)

Mihai Bobocica-Matteo Mutti 2-3 (15-13, 10-12, 13-15, 13-11, 8-11)

Andrej Gacina-Niagol Stoyanov 3-0 (11-9, 12-10, 11-9)

Tomislav Pucar-Matteo Mutti 3-1 (8-11, 11-8, 11-9, 11-8)

Mihai Bobocica-Antonino Amato 2-3 (5-11, 12-10, 7-11, 11-7, 11-13)

Risultati 9^ giornata Serie A1:

GG Teamwear Sant’Espedito Napoli-Paninolab Bagnolese 1-4

Tennistavolo Norbello-Il Circolo Prato 2010 4-0

Apuania Carrara-Top Spin Messina WatchesTogether 3-3

Ha riposato: Marcozzi

Classifica: Apuania Carrara 12 punti, Top Spin Messina WatchesTogether 11, Marcozzi*, Tennistavolo Norbello 9, Paninolab Bagnolese 7, Il Circolo Prato 2010*, GG Teamwear Sant’Espedito Napoli 2. N.B. *Marcozzi e Il Circolo Prato 2010 hanno una gara in meno.