Fortitudo Messina dura appena un tempo, poi cede (47-98) all’Orlandina Basket

Dura appena un tempo, di fatto, la partita del Polivalente dell’Annunziata tra Fortitudo Messina e Orlandina Basket. Il testacoda di questa ventesima giornata di campionato si chiude sul 47-98 per i paladini, dopo un primo tempo in equilibrio sul 30-40: i neroverdi segnano appena 17 punti nei secondi 20’, ma all’interno di una partita condizionata dalla pessima direzione arbitrale del duo Riggio-Lorefice, capaci di fischiare ben 48 falli complessivi, spezzettando senza sosta il ritmo di un match che sul parquet non ha mai avuto “sintomi” di nervosismo tra le due squadre.

Fortitudo che già nel terzo quarto deve rinunciare per cinque falli a Simone Cavalieri e Kader, rimasti rispettivamente in campo per appena 14’54” e 12’46”. Miglior realizzatore neroverde è Mollica, autore di 16 punti, ma rotazioni per coach Claudio Cavalieri condizionate anche dalle non perfette condizioni fisiche di Tagliano che gioca solo 11’.

Fortitudo con il quintetto iniziale formato da Caporossi, Mollica, Nnabuife, Scozzaro e Simone Cavalieri. I primi punti della partita li firma Jasaitis dalla lunetta (e non poteva essere altrimenti), con l’Orlandina che va sullo 0-6 con i canestri di Leonardo Marini e Mascherpa. La Fortitudo si sblocca con la schiacciata di Nnabuife a 8’33” dalla sirena e accorcia sul 5-6 con la tripla di Caporossi. Botta e risposta dall’arco, poi, tra Jasaitis e Cavalieri (8-9), ma i paladini scappano con i sei punti consecutivi di Leonardo Marini (8-15). Nnabuife trova un bel canestro dopo il rimbalzo offensivo, ma l’Orlandina va sul 10-21 con le triple di Moltrasio e Jasaitis.

A 1’44” dalla sirena la prima svolta del match, con Simone Cavalieri che va ad accomodarsi in panchina dopo il terzo fallo personale commesso in poco meno di due minuti: rivedibile soprattutto il secondo, comminato per una difesa non regolare su Palermo e che segue un netto fallo dello stesso cestista orlandino sul precedente tiro da tre di Cavalieri. Marinelli dalla lunetta e Nnabuife firmano il 14-23, ma i quattro punti finali di Jasaitis confezionano il 14-27 con cui si chiude il primo quarto.

Marinelli segna un bel canestro in volata in avvio di secondo quarto (16-27), ma poi incassa un antisportivo per una trattenuta su Palermo (nel primo quarto Mascherpa era stato graziato dopo una manata a Caporossi). L’Orlandina tocca il 16-33, ma la Fortitudo è brava a rientrare con un parzialino di 10-2 confezionato da Mollica (6 punti), Kader e Cavalieri dopo rimbalzo offensivo. Tabellone che dice 26-35, ma con la Fortitudo che adesso deve rinunciare proprio a Simone Cavalieri e Kader, entrambi gravati di quattro falli. Nell’ultimo minuto segna ancora Mollica, poi tripla di Palermo e quarto chiuso dalla schiacciata di Nnabuife per il 30-40.

L’Orlandina tocca subito il 30-44, poi arriva la tripla di Cavalieri (33-44), ma gli ospiti allungano ancora sul 33-49 con cinque punti di Jasaitis. Segna Mollica con un pregevole coast to coast, ma gli arbitri non assegnano l’aggiuntivo nonostante l’evidente fallo di Leonardo Marini. Tecnico a coach Cavalieri e partita che cambia definitivamente registro: sul 35-49 la Fortitudo incassa un parziale 0-17 che porta l’Orlandina avanti sul 35-66, trascinata da un Jasaitis che a questo punto del match è già a quota 24 (chiuderà a 29).

Nel frattempo arriva il terzo fallo di Nnabuife (tutti in questo quarto) e il quinto di Simone Cavalieri a 3’32” dalla sirena con una decisione che lascia stupiti. Fischiata una “gamba allargata” sulla pressione di Mascherpa sul tentativo di tripla dall’angolo. Mollica interrompe il break con un canestro da sotto, ma l’Orlandina preme ancora e chiude il quarto sul 39-75 dopo il quinto fallo con antisportivo di Kader e il tecnico alla panchina di casa.

Partita che non ha altro da dire, arriva l’antisportivo anche per Tagliano e Orlandina sul 41-83, con l’ennesimo parziale interrotto dal canestro di Marinelli. Fortitudo che dà spazio ai “baby” Molonia, Giovani e Di Mauro e ospiti che superano i 50 punti di vantaggio sul 43-95. Match che poi andrà in archivio sul 47-98 con i liberi finali di Mollica.

Fortitudo Messina-Orlandina Basket 47-98 (14-27, 30-40, 39-75, 47-98)

Fortitudo Messina: Caporossi 5, Marinelli 6, Scozzaro, Di Mauro, S. Cavalieri 8, Nnabuife 10, Giannullo, Mollica 16, Giovani, Molonia, Kader 2, Tagliano. All. C. Cavalieri.

Orlandina Basket: Agbortabi, Moltrasio 5, Mentonelli, Mascherpa 4, Favali 9, Palermo 15, Jasaitis 29, L. Marini 23, D. Marini, Gatti 13. All. Bolignano.

Arbitri: Samuele Riggio di Siderno e Alessandro Lorefice di Ragusa