Kart Messina: Intense emozioni al campionato Sprint protagonisti Pietro Grima e Davide Campione. Maggio assoluto protagonista nella F2

Una giornata all’insegna del grande spettacolo e del sano spirito sportivo, al Kartodromo di Messina, per il primo appuntamento stagionale nell’ambito del Campionato Sprint Interprovinciale 2024, giunto alla seconda edizione, che si svolge in collaborazione con la pista di Ispica. Boom di partecipanti all’evento organizzato dal Karting Club Messina del responsabile Duilio Petrullo, con una splendida cornice di pubblico sugli spalti ad assistere con entusiasmo alle varie fasi. È stato un susseguirsi di colpi di scena. Pietro Grima e Davide Campione hanno prevalso nelle due gare riservate alla categoria F1, Alessandro Maggio ha centrato la doppietta nella F2, mentre sono andati a De Salvo e Greco i successi nella F3.

Si è corso questa volta in condizioni climatiche ideali, in batterie separate, distinte per categorie. Ventitré i piloti impegnati nella F1 a darsi battaglia in pista. In Gara1 pole position nelle qualifiche di Fabrizio Anello in 37.558, con Luigi Pizzuti a completare la prima fila. Buona la partenza di Anello, bravo a resistere nelle fasi iniziali, seguito da Pizzuti. Dopo il valzer dei pit stop (obbligatoria una sosta per cambio kart), è Grima a risalire sorpassando tutti, con Anello dietro e il trio composto da Bartolotta, Tappa e Pizzuti che si contendeva la terza piazza.

Grima aumenta via via il margine, Campione si porta in seconda posizione e una incredibile Sara La Fauci recupera terreno (+4 rispetto alla griglia), diventando terza. Sarà questo l’ordine di arrivo: Grima primo al traguardo (best lap 37.580) dei 36 giri previsti, davanti a Campione (a 3.205) e La Fauci (a 4.946). Quarto Anello, poi Lorenzo Tappa, Antonio Minutoli, Valentino Fusco, Riccardo Bartolotta, Luigi Pizzuti e Davide Romano.

In Gara2 pole di un ispirato Luigi Pizzuti in 37.730, secondo Andrea Alberti. Scenario che cambierà dopo pochi minuti dallo “start”. Grima sorpassa Pizzuti e Fusco, andando al comando. Alberti e Campione seguono a ruota. L’ingresso per il pit contribuisce a rimescolare le carte. Fusco viene penalizzato di 5” per uscita anticipata. Campione è davanti a Grima e per lui si materializza la vittoria giungendo alla bandiera a scacchi con 0.671 sul rivale. Terzo Fusco, quindi Denis Raffaele, Lorenzo Tappa, Luigi Pizzuti e Antonio Minutoli (suo il “best lap” in 37.940).

Per la F2 (14 piloti al via), dopo la pole conquistata da Milo Barbera (38.118) di un soffio su Alice Di Bella, è stato l’impeccabile Alessandro Maggio a brindare in Gara1, dettando il suo ritmo e precedendo al traguardo di 6.466 proprio Barbera, autore quest’ultimo del best lap in 37.824. Finisce sul podio l’ottima Alice Di Bella, terza a 6.653. Scorrendo la graduatoria, A. Bartolotta, Scimone, Scardina, Fichera, Pino, Cesareo e Cuticone. Per nulla sazio Alessandro Maggio si ripete in Gara2, stabilendo la pole in 37.875 e aggiudicandosi la prova, con tanto di best lap (37.627). Seconda Alice Di Bella, in giornata di grazia, a 18.556. Terzo Salvatore Pisano, poi Alessia Cesareo, quindi Pino, Scimone, Bartolotta, Scardina, Cuticone e Fichera.

Nella F3 (19 piloti) si è cominciato con la pole di Gabriele Pisasale (38.313) in Gara1. Il successo è però andato a Cristian De Salvo, con 2.909 di vantaggio su Onofrio Balastro (best lap in 37.917). L’emozione della prima volta sul podio per il giovane Andrea Brusca, terzo a 8.855. D’Angelo, Greco, Pisasale, Bongiorno, Alberti, Anastasi e Currò a seguire. In Gara2 pole firmata da Massimiliano D’Angelo in 38.295. Vittoria a Giuseppe Greco (38.135), proveniente dal circuito di Ispica, con Onofrio Balastro e Simone Bongiorno alle sue spalle. D’Angelo quarto, gravato di una penalità, De Salvo, Di Stefano e Brusca immediatamente dopo, poi Anastasi e Currò anch’essi penalizzati.

In conclusione si sono svolte le premiazioni sul podio, tra coppe e targhe, dei primi tre classificati F1, F2 e F3, oltre che per “best lap” assoluto della manifestazione e pole position. Altre tre le prove previste (due a Ispica e un’altra a Messina) per il Campionato Sprint Interprovinciale, con il punteggio finale di ogni giornata che deriva dalla somma dei risultati ottenuti dai piloti in Gara1 e Gara2. Nella F1 Grima e Campione balzano a 161 punti, Tappa e Fusco a 138. Nella F2 Maggio (148) primeggia su Di Bella (135), con Bartolotta e Scimone a 117. Per la F3 Balastro a 148, De Salvo e Greco a 144.

Nel campionato interno (sono validi esclusivamente i punti guadagnati sul circuito di Messina), guida la classifica, per la F1, Pietro Grima con 3429 punti. Per lui è stato però l’ultimo impegno in riva allo Stretto prima del trasferimento in Lombardia. Lorenzo Tappa e Valentino Fusco inseguono appaiati a 3132. Alessandro Maggio domina la F2 a quota 3574, poi Alice Di Bella (2965) e Federico Scimone (2954). Nella F3 Onofrio Balastro (3462) è davanti a Simone Bongiorno (3132) e Nicola Anastasi (2975).