Il Team Scaletta perde a Ragusa ma conquista con due mesi di anticipo la salvezza matematica

Una domenica di festa quella appena trascorsa in casa Team Scaletta, poiché la società della patron Chiara Tafuri, festeggia con due mesi di anticipo la salvezza matematica nel secondo massimo campionato italiano di Futsal Femminile. Un traguardo storico e un motivo di vanto per una società nata venti anni fa tra i tornei del CSI e che mai si sarebbe aspettata di poter arrivare ad un traguardo simile. “Quattro anni fa credo che nessuno avrebbe mai scommesso sulla nostra partecipazione al Campionato Nazionale, figuriamoci nella permanenza così tanto a lungocomincia così la presidente Chiara Tafuri – .”

                    Chiara Tafuri

Io ho sempre raccontato di noi parlando di favola sportiva, ma oggi non è più così, siamo una consolidata realtà del Futsal Nazionale Femminile. Sono orgogliosa del nostro percorso di crescita, ringrazio Coach Cernuto che ne è la prima artefice. Abbiamo un gruppo di ragazze eccezionali, umili e molto talentuose. La salvezza diretta, con due mesi d’anticipo, è il risultato della somma dei sacrifici di tutti – conclude così la numero uno del Team Scaletta, di quell’unione d’intenti e di valori che in casa Team fanno la differenza da quasi 20anni”

Tornando al campo, le ragazze di coach Cernuto erano impegnate nello scontro diretto playoff, ormai diventato l’obiettivo stagione per Segreto e compagne, sul campo del Futsal Ragusa. Partita giocata ad alta intensità da parte di entrambe le squadre, con la prima frazione che ha visto specchiarsi i due sodalizi. Parziale che viene sbloccato nella seconda metà del primo tempo da Brkan. Ancora Brkan protagonista nel propiziare la sfortunata autorete di Cusumano che mette alle spalle di Arrigo il goal del doppio vantaggio casalingo.

Reazione Team Scaletta che, a cavallo delle due frazioni, prima riduce le distanze con Marchetta e poi, al termine di un’azione corale, trova la rete del pari con la solita Martina De Gaetano servita da Marchetta. Scaletta che cerca di proiettarsi in avanti con De Gaetano che si invola in solitaria ma Matranga la mette giù al limite dell’area di rigore. Vitale protagonista nell’area opposta con Arrigo che in uscita la stende ed è calcio di rigore. Batte Brkan che trova la rete del 3-2. Ragusa che cerca di chiudere e Scaletta che ha chance in contropiede con De Gaetano che però non trova il tocco giusto. Ancora portiere di casa protagonista sul tiro a giro di Firrincieli, tolto dall’incrocio da una prodezza di Iacono.

Nel momento migliore per il Team Scaletta arriva la rete che sostanzialmente chiude il match con la solita Brkan, assoluta protagonista della sfida, che da fuori fissa il 4-2. Scaletta che prova la carta del portiere di movimento ma è il Ragusa a chiudere la contesa con Matranga che trova il 5-2.