Under 17 – Il Città di Taormina supera (3-2) la Jonica Fc è si prende il primato

Gli Allievi di Gabriele Patti superando 3-2 la Jonica si prendono la testa della classifica scalzando proprio i santeresini, adesso distanti un solo punto. Bella partita quella andata in scena al Bacigalupo, con i padroni di casa che sfiorano il vantaggio in due occasioni con Emanuele Spanò, ma poi subiscono il ritorno degli ospiti che sbloccano il punteggio al 18’ con la girata di Triolo su assist da fermo di Serri.

La partita si accende, Gualberti vola sulla botta di Goinden, Caspanello respinge con i piedi il tentativo di Spanò, mentre Bartolone mette di un soffio a lato di testa. Proprio allo scadere del primo il Città di Taormina riequilibra il risultato con il gran gol dalla distanza di Lembo su tocco di Bertuccelli.

E in avvio di ripresa, dopo una splendida parata di Caspanello su Santoro, è lo stesso Bertuccelli a pennellare il traversone corretto in rete di testa da Emanuele Spanò. Al 73’, poi, arriva anche il tris con Calì che scambia prima con Aloisi e poi con D’Agostino e batte Caspanello con un destro che tocca prima la parte bassa della traversa. A cinque minuti dal termine è Micalizzi di testa ad accendere il finale, ma il risultato non cambierà più.

Città di Taormina-Jonica 3-2
Marcatori
: 18′ pt Triolo (J), 45′ pt Lembo, 5′ st E. Spanò, 28′ st Calì, 40′ st Micalizzi (J)

Città di Taormina: Gualberti, Santoro, Calì (31′ st Dardanelli), Lembo, Vancheri, Cucè, Bertuccelli, Manciagli (14′ st Sposito), E. Spanò (22′ st Aloisi), Gennaro (31′ st Runci), D’Agostino. Allenatore: Gabriele Patti. A disposizione: Russo, Musumeci, Mollura, Pietropaolo, D. Spanò.

Jonica: Caspanello, Spadaro, Foti, Serri, Goinden, Micalizzi, Maccarrone, Garufi (11′ st Lanza), Bartolone (9′ st Cicala), Informante (35′ st Codullo), C. Triolo (26′ st Leotta). Allenatore: Sebastiano Perrone. A disposizione: L. Santoro, Carrolo, Parisi, Leotta, Savoca, M. Triolo.

Arbitro: Marco Messina di Messina
Ammoniti: E. Spanò (CdT); Spadaro (J)

 di “Antonio Billè”