Fine settimana ricco di risultati per la Scuderia RO Racing impegnata su più fronti

Non conosce pause l’attività agonistica della scuderia RO racing che, nel fine settimana appena trascorso, ha visto i propri portacolori al via di diverse manifestazioni titolate, dislocate sul territorio nazionale. Gli alfieri del sodalizio siciliano hanno preso parte a gare su strada e in pista.

A Radicofani, in Toscana, al Rally della Valle d’Orcia, nella seconda uscita stagionale del Campionato italiano rally terra. Stefano Bizzarri e Luisa Lanera, a bordo di una Citroen C3 di classe R5, seguita dalla Prt Racing e gommata Mrf Tyres, hanno portato al termine le proprie fatiche in ventiduesima posizione della generale. Nella combattutissima classe Rally4, Nicola Cazzaro e Sergio Raccuia, a bordo di una Peugeot 208 Turbo gommata Mrf Tyres, hanno concluso al quarto posto, risultato incoraggiante in vista del prosieguo di stagione. Nuovo secondo posto in classe R2B per Andrea Piccardo e André Perrin che hanno bissato il risultato di Foligno, a bordo della loro Peugeot 208 aspirata, calzata Mrf Tyres.

Per i rappresentanti della scuderia di Cianciana è iniziata nel migliore dei modi la Coppa rally di nona zona. La prestazione corale degli equipaggi, al via del Rally Valle del Sosio, è valsa il successo nella classifica riservata alle scuderie. A Chiusa Sclafani, il padrone di casa Giuseppe Di Giorgio, in coppia con Gianfranco Rappa, ha condotto la sua Skoda Fabia R5 Evo al secondo posto della generale, dimostrandosi il più valido degli inseguitori dalla coppia vincitrice della gara. Esordio positivo nella classe regina della specialità per Antonio Damiani che, in coppia con Rosario Merendino, ha portato la sua Skoda Fabia R5 al terzo posto della generale, stupendo positivamente gli addetti ai lavori per il piazzamento finale.

Altro risultato eccellente è stato quello raggiunto da Francesco Tuzzolino e Francesco Pitruzzella, i due favaresi hanno marciato sempre a un passo dal podio della generale e sono riusciti a mantenere la quarta posizione anche quando hanno avuto problemi a un manicotto del turbo della loro Skoda Fabia R5.

In classe N4, con una Mitsubishi Lancer Evo IX, Agostino Craparo e Giovanni Lo Verme, campioni di Coppa Italia di categoria in carica, hanno piazzato la loro vettura nipponica al sesto posto della generale e al primo in classe. Esordio dolce amaro in classe Rally4 per il giovane Gaspare Agrò, in gara su una Peugeot 208 Gt Line con Amedeo Lo Destro. I due ragazzi della provincia di Agrigento sono incappati in una divagazione campestre nella speciale d’apertura e hanno poi dato vita a una splendida rimonta, che li ha condotti al decimo posto della generale e al terzo di classe. Sempre in Rally4, Antonio Collura e Roberto Saieva si sono classificati al quinto posto.

Nella classe R2B, su una Peugeot 208, prestazione da incorniciare per Jerry Mingoia e Rino Calderone che hanno sempre viaggiato a ridosso della Top Ten e hanno chiuso le ostilità al secondo posto di classe. Vittoria in classe K10 per la Peugeot 106 Maxi di Mario Bellanca e Mauro De Luca Gaglio. In classe Racing Start Plus 1600 vittoria per la Citroen Saxo di Salvatore Festosi e Francesco Vercelli, nella stessa categoria, ma in classe RSPD 2.0, successo per la Fiat Grande Punto Diesel di Gabriele Buscarino e Gregorio Pollichino.

Nella combattutissima classe N2 vittoria per Vincenzo La Greca e Kevin Schepisi che hanno preceduto i compagni di scuderia Girolamo Bongiovanni e Giuseppe Adragna. Sempre in N2 quarta posizione di classe per Andrea Di Caro Catarratto e Gabriele Alfano ed esordio, con arrivo finale in decima posizione di classe, per il giovane Gaetano Terranova in gara con Giulia Menerella.

Infine in classe N1 successo per la Peugeot 106 di Calogero Martino Pratile e Giuseppe Rappa e piazza d’onore in RS1.6 per la Citroen Saxo VTS condotta da Gabriele Calabria e Antonio Pirrone. Tra le storiche encomiabili i risultati di Giovanni Modica e Calogero Messineo, che hanno portato la loro Porsche 911 SC del Terzo Raggruppamento al secondo posto della classifica generale e di Toti Mannino e Giacomo Giannone che, senza una foratura di mezzo, avrebbero occupato con la loro BMW 2002 la terza posizione della generale e che invece si sono dovuti accontentare solamente della vittoria nel Secondo Raggruppamento.

Sempre in Sicilia, alla prima edizione dello Slalom di Enna, Alice Gammeri, Venere del sodalizio di Cianciana, ha conquistato con la sua Renault Clio Williams la vittoria della classe N2000 il terzo posto nel Gruppo N. Vittoria in Gruppo N e in classe N1400, con una Peugeot 106 XSI, per Carmelo Callari.

Prestazioni in costante crescita per i due centauri alfieri della scuderia alla prima uscita del Campionato italiano velocità, che si è corsa al Circuito Marco Simoncelli di Misano. Il quindicenne urbinate Noel Spangemberg ha portato al termine gara uno e gara due, in sella alla sua Kawasaki 400, rispettivamente in dodicesima e tredicesima posizione.

Nella PreMoto3, con una Honda NSF 250 R seguita dalla Flash Motor Racing Team, l’altro giovane virgulto del sodalizio siciliano, il comasco Giulio Di Napoli, ha chiuso le due gare all’undicesimo e quattordicesimo posto.