Terza vittoria consecutiva per il Città di Taormina supera (1- 0) la Nebros

Terza vittoria consecutiva per 1-0 per il Città di Taormina che supera la Nebros al Bacigalupo e resta appaiata al Siracusa, a -1 dal primo posto. Gara decisa al 72’ dal colpo di testa del capitano Marco Trovato, al primo gol del suo campionato.


Primo tempo: Subito un’occasione per la Nebros dopo appena tre minuti, ma Cirnigliaro respinge l’insidiosa conclusione da dentro l’area di Traviglia. Sarà l’unico vero tiro verso lo specchio della porta degli ospiti, con il Città di Taormina che, invece, bussa due volte dalle parti di Paterniti all’11’: il portiere ospite prima salva con i piedi il tirocross di Cannavò, poi tira un sospiro di sollievo quando il rasoterra di Biondi si spegne di poco a lato. La partita vive momenti di grande intensità che vanno anche a scapito del bel gioco e al 17’ il signor Augello sorvola su un colpo rifilato da Camara e Famà a palla lontana e mostra solo il giallo al 10 della Nebros. Si arriva così alla mezz’ora: lunga rimessa laterale di Echeverria, la palla schizza dalle parti di Lucarelli il cui tocco sottomisura è salvato con un grande intervento di piede da Paterniti. Protestano i padroni di casa perché ritengono che il pallone abbia varcato la linea di porta. Al 38’ ancora protagonista Lucarelli che non tira e cerca l’assist per Cannavò, ma la difesa nebroidea si salva con Cardella che va a un passo dall’autogol. Allo scadere del tempo Biondi calcia al volo da fuori, Cassaro salva tutto con il corpo.

Secondo tempo: La partita offensiva del Città di Taormina esplode definitivamente in una ripresa nella quale i biancazzurri creano palle-gol a ripetizione. Dopo 80” le Mura carica il sinistro dal limite, palla alta di poco. Il 2003 di casa al 55’ veste i panni dell’assist-man per Giorgetti che però non riesce a dare forza al colpo di testa e Paterniti può bloccare. Sugli scudi il portiere della Nebros  che al 60’ mette in angolo il rasoterra dal limite di Assenzio e due minuti dopo respinge il diagonale da dentro l’area di Cannavò. Marco Coppa cambia l’assetto tattico del Città di Taormina: dentro Biondo per Echeverria e Gallardo per Famà e l’argentino entra subito nel vivo del gioco. Al 65’ sfiora l’incrocio con una girata al volo su cross di Godino e al 68’ colpisce il palo con un rasoterra (quasi) perfetto da fuori area.

La pressione costante del Città di Taormina è premiata al 72’: corner di Lucarelli e stacco vincente del capitano Marco Trovato che sigla il primo gol del suo campionato. Dopo il vantaggio i padroni di casa placano la propria furia offensiva, subiscono poco le avanzate d’orgoglio della Nebros e, anzi, creano più volte i presupposti per il raddoppio. All’82’ Lucarelli è steso proprio al vertice dell’area di rigore: per il signor Augello è calcio di punizione e lo stesso argentino chiama Paterniti a una parata non semplice. Biondo, all’88’, cattura palla sulla trequarti e prova lo spunto personale, ma cade in area nel contatto con Terranova: per l’arbitro non c’è nulla, ma restano i dubbi. In pieno recupero, poi, splendida azione personale di Le Mura, tocco dentro per Lucarelli che mastica la conclusione con il mancino e Paterniti può bloccare.

Città di Taormina-Nebros 1-0
Marcatori
: 27′ st Trovato

Città di Taormina: Cirnigliaro, Echeverria (21′ st Biondo), Godino, Le Mura, Giorgetti, Trovato, Biondi, Assenzio (34′ st Pantano), Cannavò (49′ st Ferraù), Lucarelli, Famà (13′ st Gallardo). Allenatore: Marco Coppa. A disposizione: Castrianni, Fragapane, Caltabiano, Vitale, Di Mauro.

Nebros: Paterniti, Sciotto (30′ st Ricciardello), Cardella, N. Gatto, Muyala (38′ st Monaco), Cassaro, Giaimo (30′ st Carrello), Pontini (10′ st Terranova), Traviglia, Camara, La Spada (13′ st Sowe). Allenatore: Giuseppe Perdicucci. A disposizione: Scinaldi, Sidoti, D. Gatto, Sammoudi.

Arbitro: Andrea Augello di Agrigento
Assistenti: Domenico Cono e Marco Garofalo di Palermo

Ammoniti: Gatto (N), Godino (CdT), Camara (N), Biondi (CdT), Gallardo (CdT), Sowe (N), Lucarelli (CdT)

Corner: 6-1 – Recupero: 1′ e 5′ L’ufficio stampa

Terza vittoria consecutiva per 1-0 per il Città di Taormina che supera la Nebros al Bacigalupo e resta appaiata al Siracusa, a -1 dal primo posto. Gara decisa al 72’ dal colpo di testa del capitano Marco Trovato, al primo gol del suo campionato.

Primo tempo: Subito un’occasione per la Nebros dopo appena tre minuti, ma Cirnigliaro respinge l’insidiosa conclusione da dentro l’area di Traviglia. Sarà l’unico vero tiro verso lo specchio della porta degli ospiti, con il Città di Taormina che, invece, bussa due volte dalle parti di Paterniti all’11’: il portiere ospite prima salva con i piedi il tirocross di Cannavò, poi tira un sospiro di sollievo quando il rasoterra di Biondi si spegne di poco a lato.

La partita vive momenti di grande intensità che vanno anche a scapito del bel gioco e al 17’ il signor Augello sorvola su un colpo rifilato da Camara e Famà a palla lontana e mostra solo il giallo al 10 della Nebros. Si arriva così alla mezz’ora: lunga rimessa laterale di Echeverria, la palla schizza dalle parti di Lucarelli il cui tocco sottomisura è salvato con un grande intervento di piede da Paterniti.

Protestano i padroni di casa perché ritengono che il pallone abbia varcato la linea di porta. Al 38’ ancora protagonista Lucarelli che non tira e cerca l’assist per Cannavò, ma la difesa nebroidea si salva con Cardella che va a un passo dall’autogol. Allo scadere del tempo Biondi calcia al volo da fuori, Cassaro salva tutto con il corpo.

Secondo tempo: La partita offensiva del Città di Taormina esplode definitivamente in una ripresa nella quale i biancazzurri creano palle-gol a ripetizione. Dopo 80” le Mura carica il sinistro dal limite, palla alta di poco. Il 2003 di casa al 55’ veste i panni dell’assist-man per Giorgetti che però non riesce a dare forza al colpo di testa e Paterniti può bloccare. Sugli scudi il portiere della Nebros  che al 60’ mette in angolo il rasoterra dal limite di Assenzio e due minuti dopo respinge il diagonale da dentro l’area di Cannavò.

Marco Coppa cambia l’assetto tattico del Città di Taormina: dentro Biondo per Echeverria e Gallardo per Famà e l’argentino entra subito nel vivo del gioco. Al 65’ sfiora l’incrocio con una girata al volo su cross di Godino e al 68’ colpisce il palo con un rasoterra (quasi) perfetto da fuori area. La pressione costante del Città di Taormina è premiata al 72’: corner di Lucarelli e stacco vincente del capitano Marco Trovato che sigla il primo gol del suo campionato.

Dopo il vantaggio i padroni di casa placano la propria furia offensiva, subiscono poco le avanzate d’orgoglio della Nebros e, anzi, creano più volte i presupposti per il raddoppio. All’82’ Lucarelli è steso proprio al vertice dell’area di rigore: per il signor Augello è calcio di punizione e lo stesso argentino chiama Paterniti a una parata non semplice. Biondo, all’88’, cattura palla sulla trequarti e prova lo spunto personale, ma cade in area nel contatto con Terranova: per l’arbitro non c’è nulla, ma restano i dubbi. In pieno recupero, poi, splendida azione personale di Le Mura, tocco dentro per Lucarelli che mastica la conclusione con il mancino e Paterniti può bloccare.

Città di Taormina-Nebros 1-0
Marcatori
: 27′ st Trovato

Città di Taormina: Cirnigliaro, Echeverria (21′ st Biondo), Godino, Le Mura, Giorgetti, Trovato, Biondi, Assenzio (34′ st Pantano), Cannavò (49′ st Ferraù), Lucarelli, Famà (13′ st Gallardo). Allenatore: Marco Coppa. A disposizione: Castrianni, Fragapane, Caltabiano, Vitale, Di Mauro.

Nebros: Paterniti, Sciotto (30′ st Ricciardello), Cardella, N. Gatto, Muyala (38′ st Monaco), Cassaro, Giaimo (30′ st Carrello), Pontini (10′ st Terranova), Traviglia, Camara, La Spada (13′ st Sowe). Allenatore: Giuseppe Perdicucci. A disposizione: Scinaldi, Sidoti, D. Gatto, Sammoudi.

Arbitro: Andrea Augello di Agrigento
Assistenti: Domenico Cono e Marco Garofalo di Palermo

Ammoniti: Gatto (N), Godino (CdT), Camara (N), Biondi (CdT), Gallardo (CdT), Sowe (N), Lucarelli (CdT)

Corner: 6-1 – Recupero: 1′ e 5′

 di “Antonio Billè”