AICS Messina: È ora! Servizi di aggiornamento e assistenza all’associazionismo sportivo per la ripartenza”.

Messina ospiterà, presso il Salone degli Specchi del Palazzo dei Leoni, sede della Città Metropolitana, il progetto nazionale “È ora! Servizi di aggiornamento e assistenza all’associazionismo sportivo per la ripartenza”.

Due gli appuntamenti in calendario nei pomeriggi (ore 15.30-18.30) di mercoledì 15 e martedì 21 giugno. Finanziata da Sport e Salute, l’iniziativa è coordinata dalla Direzione Nazionale AICS con l’obiettivo di formare ed aggiornare gratuitamente dirigenti e collaboratori delle associazioni, approfondendo conoscenze e competenze utili alla ripartenza dell’intero movimento di base e promozionale sia in seguito all’emergenza Covid-19 che alla luce dei continui cambiamenti legislativi. La Sicilia è stata scelta tra i comitati regionali pilota, che hanno il compito di organizzare e promuovere gli incontri nel territorio.

Il progetto si articola in quattro moduli (due per ogni giornata): Gestione dell’impiantistica; Gestione giuridico-legale e privacy; Gestione contabile e introduzione al RUNTS (Registro Unico del Terzo Settore) e Gestione fiscale e previdenziale. Oltre alla partecipazione di presenza, verrà realizzata una diretta streaming dell’evento per dare la possibilità a tutti gli associati delle province siciliane di assistere e saranno consegnati (o inviati tramite mail) gli attestati di partecipazione.

“Siamo felici di essere stati scelti dalla Direzione Nazionale AICS per sviluppare il progetto “E’ Ora!” – dichiara il presidente dell’AICS Sicilia Lillo Margareci – invito i presidenti provinciali AICS, i dirigenti e collaboratori delle associazioni a partecipare, perché si tratta di un’opportunità da cogliere al volo per approfondire con professionisti dei settori fiscale, gestionale, giuridico e dell’impiantistica, tematiche fondamentali per l’esistenza stessa delle associazioni. Siamo certi che forniremo un servizio utile agli affiliati e ciò ci inorgoglisce e stimola ad impegnarci al massimo”.