Il Città di Taormina passa 3-2 ad Acicatena con Peppe Amante difensore goleador

Il Città di Taormina passa 3-2 ad Acicatena nella penultima giornata del girone d’andata e conquista il secondo successo consecutivo. Una vittoria che permette ai biancazzurri di restare all’interno della zona playoff e che porta la firma di Peppe Amante, difensore goleador classe 2002, autore della doppietta che ribalta l’iniziale vantaggio di Barbagallo. Nel finale il neoacquisto Genovese realizza il tris, prima di un recupero incandescente nel quale l’Acicatena trova il gol con Lucangeli e sfiora anche il pari con Kabangu.

Prepartita: Senza Abate, ai box per un fastidio muscolare, Furnari propone in attacco capitan Famà al fianco di Santino Biondo. Davanti a Cirnigliaro torna Peppe Amante, con lui Trovato e Sardo. In mezzo al campo conferme per Ginagò, Salvo Strano, Angelo Strano, Pantano e Urso. In panchina l’ultimo innesto Genovese.

Peppe Amante

Primo tempo: Avvio equilibrato e con poche occasioni, fatta eccezione per un destro al volo, ma largo di Ginagò. Al primo affondo della gara l’Acicatena passa in vantaggio: splendido assist di Zumbo per Barbagallo che scavalca Cirnigliaro in uscita con un tocco morbido. Il Città di Taormina non accusa il colpo, conquista subito un corner e pareggia con Peppe Amante che spedisce in rete il perfetto cross di Urso. 1-1 e secondo gol in campionato per il 2002 biancazzurro, con il primo tempo che regala solo un’altra emozione: bravo Cirnigliaro in uscita bassa sul velocissimo Kabangu che poi spara alto da posizione defilata.

Secondo tempo: Avvio di ripresa subito intenso: Zumbo pesca Kabangu al centro dell’area, il cui colpo di testa si perde alto. Sul fronte opposto Famà per Urso, tocco da distanza ravvicinata e miracolo di Caruso. E sul corner successivo il Città di Taormina va in gol ancora con Peppe Amante che spedisce in rete la spizzata sul primo palo di Angelo Strano. I biancazzurri di Furnari continuano ad attaccare, al 60’ Biondo gira di testa la punizione di Urso, ma è Famà a salvare clamorosamente sulla linea. La palla arriva ancora a Biondo che calcia al volo, ma Caruso è ancora decisivo.

Il Città di Taormina cerca il tris e lo trova con Pantano, ma in posizione di fuorigioco. Poi tocca a Famà sparare alto su assist di Biondo. La pressione ospite è premiata all’81’: Biondo lancia in campo aperto Anthony Genovese (entrato da dieci minuti) che resiste a un avversario e cala il tris con un preciso destro a giro. Gara apparentemente chiusa, ancora Genovese fallisce il poker su assist di Emanuele, ma nel recupero accade di tutto: al 94’ Lucangeli accorcia in mischia su azione d’angolo e al 96’ Kabangu supera tutti in velocità, ma il suo pallonetto si perde di un soffio alto.

Acicatena-Città di Taormina 2-3
Marcatori
: 26′ pt Barbagallo (A), 30′ pt e 5′ st Amante, 37′ st A. Genovese, 49′ st Lucangeli (A)

Acicatena: Caruso, Pulvirenti (23′ pt Leone), Rosalia (6′ st D. Trovato), Zumbo, Lucangeli, Semprevivo, Calì, Tomarchio (42′ st Giannetto), M. Genovese, Kabangu, Barbagallo. Allenatore: Vittorio Jemma. A disposizione: Castrianni, Nicotra, Brancato, Carbonaro, Monreale.

Città di Taormina: Cirnigliaro, Ginagò, Urso (26′ st Emanuele), Sardo (38′ st Nicolosi), M. Trovato, Amante, Pantano, A. Strano (40′ st Petrullo), Famà (26′ st A. Genovese), S. Strano (44′ st Mannino), Biondo. Allenatore: Giuseppe Furnari. A disposizione: Giuffrida, Lo Re, Puglia, Quintoni.

Arbitro: Antonio Pio Pascuccio di Ariano Irpino. Assistenti: Andrea Varisano e Gaetano Florio di Agrigento
Ammoniti: Tomarchio (A), Amante (CdT), Semprevivo (A); Caruso (A), Famà (CdT), Biondo (CdT), Zumbo (A), D. Trovato (A), Pantano (CdT)
Corner: 8-6 – Recupero: 2′ e 6′

di “Antonio Billè”