Il Presidente Gabriele Gravina il 21 Novembre in visita alla Figc siciliana

E’ con vivo orgoglio e grande soddisfazione che voglio costatare la grande voglia di risveglio calcistico che contraddistingue la Sicilia; – ha dichiarato nelle due riunioni plenarie del Consiglio regionale della Figc e dei dieci delegati zonali o distrettuali il presidente Sandro Morgana – alla stasi, alle problematiche ed perplessità provocate da un’annata tormentata dal Covid, rispondiamo alla grande grazie alla collaborazione di tutti, dirigenti federali, dirigenti di società e collaboratori, oltrecchè degli atleti. E’ una corale dichiarazione di affetto al calcio, di rispetto alle mie esortazioni a non mollare, è la riprova che la Sicilia del calcio ha un carattere forte e deciso. Peraltro società ed atleti hanno accettato con grande saggezza la nostra tassativa disposizione che le squadre – al momento di andare in campo – devono essere composte da atleti sottoposti ad adeguati controlli sanitari anti Covid”.

Il dottore Morgana ha quindi annunciato che il 21 novembre sarà a Palermo il presidente nazionale della Figc, dottore Gabriele Gravina, prevedendo alle 15,30 una riunione di lavoro in seno al Comitato regionale.

Nel corso dei lavori è stato toccato anche il tema del Torneo delle Regioni 2022, che tornerà a Pasqua per il calcio a cinque nel Veneto e dopo Pasqua a Bolzano per quello a undici. E’ stato anche indicato che nel calcio a undici capodelegazione sarà il vicepresidente regionale Mario Tamà, dirigenti accompagnatori i consiglieri Santino Buglisi per la Juniores, Calogero Andolina per le giovanili.

Per il calcio a cinque, invece capo delegazione il vicepresidente Dino Corbo, affiancato dai dirigenti Ferrante (feminile) e Bircler (maschile). In base alle indicazioni della delegazione regionale dell’Assoallenatori, le rappresentative sono state affidate, nel calcio a undici, a Calogero Capraro (Juniores), Pierpaolo Alderisi (Allievi), Salvatore Tarantino (Giovanissimi) e Mariantonia Giammanco (Femminile).

Il presidente Morgana ha anche informato del piano ‘Il calcio nelle isole’, che prevede particolari provvidenze per le squadre di Lampedusa, Pantelleria, Ustica , nonchè delle Eolie.