Rinviata Barcellona – Piacenza, ma la tensione è alta in casa Sigma.

Non si gioca. La sfida di Domenica che avrebbe visto Barcellona affrontare Piacenza, è stata rinviata a data da destinarsi. La scelta più giusta non solo per puri motivi di sicurezza e di ordine logistico dovuti alla difficoltà di raggiungere in questo momento il Palalberti, ma anche perchè lo sport è l’espressione più bella dei sentimenti, gioia e dolore, dei giorni nostri, e in questo momento, la Città di Barcellona deve concentrare i suoi sentimenti in tutt’altro per cercare di rinascere il prima possibile. E per aiutare a far questo è stato istituito un numero solidale, il 45590, attraverso il quale è possibile donare 1€ inviando un SMS, o 2€ chiamando il numero stesso.

Questo turno di riposo non placa le preoccupazioni in casa Sigma, in particolare sullo scarsa incisività della squadra in trasferta. Jesi era un test importante per verificare la forza della squadra, e se si trascura la settimana che i ragazzi avevano trascorso, cercando di non avere alcun alibi, la prova è stata fallita.

Ecco che quindi è il momento di mettere in discussione qualcuno. I dubbi su Green si stanno via via affievolendo perchè il play statunitense sta pian piano integrandosi con il resto della squadra, prendendone la leadership. Sempre in doppia cifra nelle ultime 4 partite dopo Brindisi, 18 di valutazione media e 4 assist di media a partita, sono numeri che danno fiducia nel giocatore, che dopo un inizio sotto le aspettative sta pian piano crescendo. Discorso diverso va per Hicks, che è andato ad intermittenza in questo avvio, ma che comunque anche nelle partite “no”, ha sempre dato l’impressione di essere quel collante di maturità, esperienza e talento del quale difficilmente si puo’ far a meno.

Il vero problema della Sigma è da ricercare nel reparto lunghi nonostante uno straordinario Da Ros, un Dordei che dopo l’infortunio sta tornando pian piano al massimo e Mocavero che da sempre il massimo possibile in campo con la sua grinta. Il dubbio più grosso sta sul centro titolare, il passaportato Phil Martin, i cui numeri impietosi (6.2 punti, 4.3 rimbalzi, 6.9 valutazione) lasciano trasparire la difficoltà che il giocatore ha fin adesso incontrato. Inoltre i 29 punti di Renzi a Verona, e i 21 di Maggioli a Jesi, sono un segnale della “leggerezza” della Sigma sotto canestro, che quindi soffre molto quando si trova davanti giocatori di assoluto valore quali quelli sopra nominati.

La società in settimana ha affrontato questi problemi parlandone con lo staff tecnico, e oggi alle 15,30 sarà indetta una conferenza stampa al Palalberti con tutta la squadra presente. Forse non è ancora il momento delle rivoluzioni e dei tagli, ma sicuramente tutto è nelle mani dei giocatori.

La partita di Pistoia di Venerdì prossimo sarà per qualcuno l’ultimo esame possibile e Barcellona ha una settimana intera per preparare al meglio l’incontro, che in un modo o nell’altro rappresenterà la svolta della stagione.