Serie B1 – Cade in casa l’Amando Volley cede al tie-break alle pugliesi del Melendugno

Cade in casa l’Amando Volley contro una delle pretendenti alla vittoria finale, il Volley Melendugno espugna il PalaBarca di Letojanni al tie-break (12-15), le pugliesi (terza vittoria su tre gare vinte al tie-break) si portano a casa i due punti, mentre per la ragazze di casa un punto che tuttavia fanno registrare segnali di progresso rispetto all’opaca prova di sabato scorso a Palmi.

Per la cronaca cartellino rosso per Benny Bertiglia nella fase finale del tie-break. Mentre cartellino giallo nel quarto set per Giulia Agostinetto per proteste.

Alessandra Marino (23) Amando Volley e Antignano (16) Volley Melendugno

Amando Volley – Melendugno   2-3

Parziali Set: 25-20, 19-25, 25-23, 21-25, 12-15

Amando Volley: Cecchini 7, Bilardi 10, Quiligotti (L), Mercieca 2, Agostinetto 4, Silotto 4, Ferrarini 12, Marino 23, Bertiglia 15. N.E. Grillo (L2), Amaturo. All: Antonio Jimenez

Volley Melendugno: Kostadinova 13, Mileno 3, Greco 5, Albano 7, Basciano 7, Morone 14, Luraghi (L), Antignano 16, Alikaj 4, Pettinari. N.E. Mara Tamborino (L2), Giorgia Tamborino, Albanese. All: Taurisano

Antonio Jimenenz

I sestetti all’inizio: Mister Jimenez schiera le sue inizialmente con Agostinetto in palleggio e Bertiglia opposto, Bilardi e Cecchini centrali, Marino e la Mora di Venezia Silotto di banda con Quiligotti libero;

Coach Ida Taurisano con Mileno ad alzare e Morone opposta, la capitana Antignano e l’ex Albano al centro, Alikaj e Kostadinova a schiacciare con Alessia Luraghi libero. Ampio spazio nel corso della gara anche a Mercieca e Ferrarini tra le locali e Greco, Pettinari e Scilla Basciano fra le pugliesi.

RISULTATI DELLA TERZA GIORNATA            LA CLASSIFICA DOPO LA TERZA GIORNATA

PRIMO SET (25-20) –  Le santateresine, determinate e reattive in tutti i reparti e nei fondamentali, controllano a lungo il set e rompono infine l’equilibrio portandosi con l’ace della Silotto sul 22-18 costringendo a due time-out consecutivi la panchina ospite. Reazione delle pugliesi che rimontano due punti ma in sequenza sono dapprima un murone della Cecchini su Alikaj, un ace al servizio della milanese medesima e per finire un muro a due Bertiglia-Bilardi sulla bulgara Kostadinova a decretare la fine della prima frazione di gioco.

SECONDO SET (19-25) – In avvio si presenta sotto il segno dell’equilibrio ma le ospiti prendono il largo portandosi dapprima sul 12-16 (qui il primo discrezionale per Jimenez) per poi allungare pericolosamente sul 15-23. Qui il cambio Ferrarini per Marino che segue quello della Mercieca per Bilardi; bene la messinese al servizio che consente il recupero di qualche punto ma la seconda frazione si conclude sul 19-25 su un attacco della Cecchini murato.

                                    Silvia Bilardi

TERZO SET (25-23) – Partenza da incubo: ospiti avanti 0-7 sul servizio della Mileno (Jimenez spende entrambi i timeout) e gara che si attesta sul 10-17 quando è richiamata in campo la Mercieca stavolta al posto della Cecchini.

Marino e Bertiglia salgono in cattedra: un primo recupero riduce le distanze sul 13-17, poi altri due punti per le pugliesi lasciano presagire il peggio ma sotto i colpi della vercellese le locali sono ancora vive e raggiungono il 17-19. Nuovo allungo ospite sul 17-22 e qui ha luogo una rimonta pazzesca delle amandine che grazie alle fast della Bilardi e complice qualche errore delle ospiti agguantano dapprima la parità sul 23-23, dopo di che, prima Alessandra Marino che perfora il muro ospite e infine una diagonale della Ferrarini consentono alle locali di aggiudicarsi un insperato terzo set. 

QUARTO SET (21-25) – Le ospiti partono forte ma stavolta non si fanno rimontare: 3-7 su una invasione aerea della Agostinetto; 7-13 grazie ad un ace sporco della Kostadinova; 14-22 per un attacco sulla rete della Bilardi. A questo punto assistiamo a un bel recupero delle santateresine con cinque punti consecutive di una “posseduta” Marino che mette ansia al Melendugno, ma molto positiva anche la Ferrarini che sigla il 21-24. Ammonita nel frattempo per proteste Giulia Agostinetto, poi il punto vincente di Anna Paola Greco che trova le mani del muro col pallone che va fuori.

TIE-BREAK (12-15) – Tie-break ben presto in cassaforte per le ospiti che portatesi sull’1-4 mantengono costantemente fino alla fine i tre punti di vantaggio: il punto vincente del set e del match è di Scilla Basciano con una bella diagonale. Cartellino rosso esibito nei confronti di Benny Bertiglia.