Real Rocchenere e mister Giancarlo Miuccio ancora insieme. Trovato l’accordo per la stagione 2024-25

“Professionalità, concretezza e signorilità hanno portato alla scelta del ritorno di Mister Miuccio in rosanero a cui ci lega la promozione in Seconda Categoria nella stagione 2019/2020. L’ A.S.D. Real Rocchenere comunica di aver raggiunto l’accordo con Mister Giancarlo Miuccio per la stagione 2024/25”.  Così viene comunicato il nuovo allenatore rosanero da parte della Società presieduta dal Presidente Sergio Allegra che sarà ai nastri di partenza del suo secondo campionato di Prima Categoria.

Si erano lasciati nel Maggio 2020 (la stagione del Covid) con il Real Rocchenere in Terza Categoria con la promozione in Seconda Categoria, poi le strade si sono divise, dopo quattro anni si sono incrociate nuovamente le strade sulla Via della Prima Categoria “adesso un nuovo campionato e una nuova sfida da affrontare insieme” si legge nella nota di presentazione.

Al neo allenatore Giancarlo Miuccio la Società augura un “caloroso bentornato nella famiglia Real Rocchenere dalla società, dai giocatori e da tutti i tifosi e un in bocca al lupo per la nuova stagione”.

Che tipo di stagione si prospetta con il ritorno del “figliol prodigo” in casa rosanero, certamente entrambi le parti ripartono dai risultati ottenuti la scorsa stagione: il Real Rocchenere migliorare il quinto posto ottenuto con mister Peppe Mangiò, mentre Giancarlo Miuccio punta a migliorarsi ulteriormente dopo il terzo posto ottenuto (a soli due punti dal primo posto) e la finale play-off disputata con il Casalvecchio Siculo.  Obiettivo di entrambi? Puntare ad un campionato di vertice, di essere protagonisti fino alla fine.

Certamente con l’arrivo di mister Giancarlo Miuccio, con un modulo tattico diverso da quello che ha adottato il suo predecessore, la Società dovrà intervenire sul mercato per accontentare il suo tecnico che ha disposizione una squadra già competitiva, un’ossatura ben definitiva, con delle individualità di spessore e di categoria su tutti Peppe Costa. Due-tre pedine da inserire in un mosaico di una squadra che la scorsa stagione da matricola ha messo in mostra un ottimo gioco, su questa base vuole continuare il neo allenatore che conosce bene l’ambiente rosanero per poter puntare in alto.

 di “M.M”