Ancora in biancorosso, il capitano, il vicecapitano e la “Pantera”, ovvero Agatino Riposo, Fabrizio Mazzullo e Preciuos Ghartehy

Come sarà la Valdinisi Calcio nel prossimo campionato di Promozione stagione sportiva 2024-25? Sicuramente dai tre pilastri biancorossi: il capitano, il vicecapitano e la “Pantera”, ovvero Agatino Riposo, Fabrizio Mazzullo e Preciuos Ghartehy.

Da qualche giorno la compagine dell’ex Presidente Giovanni Garufi, qui apriamo una parentesi come si legge nella pagina Facebook della Società “La Valdinisi calcio comunica che l’Architetto Giovanni Garufi non è più il Presidente della Società. Da sempre in seno al Direttivo, ha ricoperto prima la carica di Vice Presidente ed eletto Presidente un anno fa, Garufi lascia per motivi strettamente personali e lavorativi. A lui va il sincero ringraziamento di tutta la Società per quanto fatto”.

Ritorniamo alle riconferme portate a conclusioni da parte del neo Direttore Sportivo Antonello Garufi, iniziamo dal capitano, Agatino Riposo “ancora in biancorosso”, una lunga militanza per il difensore protagonista della scalata dalla Seconda alla Promozione.  Il capitano può essere impiegano su tutta la linea difensiva, anche in fase di spinta lunga la corsia laterale dove “spesso si concretizzano con gol da cineteca” nell’ultimo campionato due i gol realizzati

Fabrizio Mazzullo, può giocare in più ruoli da mezz’ala, ad attaccante esterno a punta centrale. Alla sua settima stagione con la maglia biancorossa, arrivato nella stagione 2018-19 dal Città di Villafranca, ormai “è una di casa”, così viene descritto il vicecapitano dalla Società “Uomo spogliatoio, Fabrizio è sempre pronto a dare tutto per la maglia. Le sue armi migliori? Professionalità, spirito di sacrificio e tecnica da vendere”. Nel campionato scorso 4 reti uno su rigore.

 Il terzo pilastro della Valdinisi 2024-25 Prezioso Ghartey, la “Pantera” biancorossa pronta a zannare l’area avversaria con il suo fisico statuario, abbinato a tutto cuore e grinta per far volare la squadra, la scorsa stagione si è fermato a quota 10 reti, il prossimo campionato “sarà quello della definitiva consacrazione”? “Noi tutti ne siamo convinti” il pensiero della dirigenza biancorossa.

 di “M.M.”